rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Attualità

L'Arcivescono parte per un viaggio in Madagascar a sostengo dei missionari

Castellucci: "Un’occasione per mostrare sostegno ai missionari impegnati nell’Isola e per consolidare legami di fraternità tra Chiese sorelle"

Come annunciato sul numero odierno del Settimanale diocesano Nostro Tempo, l’arcivescovo Castellucci partirà domani, alle 15.25, da Bologna per giungere, alle 13.40 di martedì, ora locale, ad Antananarivo, in Madagascar. L’arcivescovo si tratterrà fino al 6 luglio e rientrerà a Bologna in data successiva.

Durante la sua visita, Castellucci sosterrà dei colloqui con l’arcivescovo Fulgence Rabemahafaly a Fianantsoa e il vescovo Alfredo Caires a Mananjaray e incontrerà alcuni missionari presenti nell’Isola, tra i quali: Emanuele Barani, Maria Teresa Gambigliani e Debora Gualtieri, in servizio presso la Casa della Carità di Ampasimanjeva, oltre a suor Elisabetta Calzolari, impegnata da più di cinquant’anni a servizio dei poveri.

«Questa visita ha la finalità di mostrare la nostra vicinanza ai missionari modenesi impegnati a servizio degli ultimi e consolidare i legami che già esistono tra la nostra arcidiocesi e la Chiesa malgascia» spiega l’arcivescovo Castellucci.

«L’iniziativa è nata poco più di un anno fa, durante la Veglia di Pentecoste – commenta l’arcivescovo –. Tra i molti giovani che ricevettero il mandato missionario, in vista di un’esperienza estiva, c’erano Maria Teresa Gambigliani ed Emanuele Barani, da poco sposati e in partenza per un anno abbondante di missione in Madagascar. Alla fine della celebrazione, a sorpresa, entrambi hanno lanciato, a me e ai giovani dell’ufficio missionario, l’invito ad andarli a trovare».

Viaggerà in compagnia di Francesco Panigadi, direttore del Centro missionario, che ha sottolineato l’importanza della visita nel Paese: «Incontreremo un altro stile di Chiesa e sarà un’esperienza da cui potremo uscire arricchiti, specialmente riguardo al pluralismo religioso e il dialogo con le diversità». «Il 2 luglio l'arcivescovo terrà un ritiro sul tema del Sinodo con alcuni missionari italiani presenti nell’Isola» aggiunge il direttore del Centro missionario. A ospitare il ritiro sarà la Ferme de Saint François d’Assise, dove riposa la tomba di Luciano Lanzoni, missionario laico originario di Bomporto, spentosi il 18 giugno 2021 all’età di 63 anni.

Il Madagascar ha una popolazione di 27 milioni di abitanti e sono diciotto i gruppi etnici principali. L’81% degli abitanti vive sotto la soglia della povertà e oltre il 40% fatica a procurarsi del cibo. Nell’Isola, i cristiani rappresentano il 45% della popolazione: metà di loro si professa cattolica e l’altra metà protestante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Arcivescono parte per un viaggio in Madagascar a sostengo dei missionari

ModenaToday è in caricamento