Truffa ad un'anziana sventata dai Carabinieri, arrestati due finti tecnici del gas

L'occhio attento degli uomini dell'Arma ha permesso di evitare che una donna sassolese fosse derubata dei gioielli e dei risparmi. In manette due giovani con precedenti

Venerdì scorso, verso le ore 12.00, i Carabinieri della Compagnia di Sassuolo hanno arrestato due persone ritenute responsabili di tentata truffa in concorso. Durante un servizio l'attenzione dei militari è stata attirata da due due giovani che, entrando in un condominio, si erano attaccati al petto dei cartellini di riconoscimento che li qualificavano come tecnici di una società di erogazione di servizi pubblici.

Seguiti dai Carabinieri in modo discreto, sono stati notati parlare insistentemente con un’anziana signora chiedendogli di poter verificare e sostituire il contatore del gas, in quanto erano stati segnalati dei guasti. L’anziana signora, un po’ smarrita, in un primo momento ha risposto che non aveva notato alcun guasto, ma sotto si era arresa all'insistrnza dei due aprendo loro le porte di casa.

Come in diverse altre circostanze e con la scusa di dover riparare la caldaia, i finti tecnici hanno cercato di convincere l’anziana signora a "mettere al sicuro" tutti gli oggetti in oro e il denaro, che sarebbero poi finiti irrimediabilmente nelle loro tasche.

L’intervento dei Carabinieri è scattato immediatamente: uno dei due finti operatori ha anche tentato la fuga, ma è stato subito bloccato. I due, un 22enne di origini marocchine e 38enne sassolese, entrambi con precedenti di polizia, sono stati arrestati con l’accusa di tentata truffa e condotti in cella per poi essere processati per direttissima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora una volta i Carabinieri sottolinenano che, nel caso si dovessero presentare a casa dei sospetti operatori di aziende che erogano servizi pubblici o che intervengono senza precedente richiesta per sistemazione di caldaie, contatori o perdite gas, è importante evitare di farli entrare in casa, informando subito il 112.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

  • Boom di casi positivi oggi a Modena: 293 in più. Tre i decessi

  • Contagi, altri 283 casi in provincia di Modena. Tre donne decedute

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento