Articoli donati e pronti alla vendita: dopo un anno va avanti l’attività del Centro del Riuso

Il progetto del Centro del Riuso ‘Le Radici’ con obiettivi sociali ma anche ambientali in cui gli utenti diversamente abili si occupano di controllare, sistemare e pulire i vari oggetti che vengono donati, al fine di renderli idonei per essere rivenduti con una piccola offerta in un’ottica di economia circolare e riduzione degli sprechi

Il progetto del Centro del Riuso ‘Le Radici’, curato dall’Associazione TSM - Tutto Si Muove Onlus ed inserito nel Sistema Unificato Gestione Area Riuso della regione Emilia Romagna ambiente è ormai attivo da più di un anno.

Il centro, fin dal momento della sua ideazione, ha rappresentato una significativa opportunità sotto diversi ed importanti aspetti per ragazzi con abilità diverse e speciali, i quali si occupano della gestione della struttura partendo da un piccolo laboratorio dedicato a diverse lavorazioni, dalla falegnameria alla pittura, ed arrivando sino all’area vendita. Il centro, realizzato dal Comune di Formigine insieme all’Unione del Distretto Ceramico anche grazie ad un Bando Regionale, ha permesso quindi di investire in obiettivi sociali ma anche ambientali: gli utenti diversamente abili si occupano di controllare, sistemare e pulire i vari oggetti che vengono donati, al fine di renderli idonei per essere rivenduti con una piccola offerta in un’ottica di economia circolare e riduzione degli sprechi.

Attività e organizzazione

La varietà di attività all’interno del centro permette a chi entra a far parte della famiglia di TSM di trovare un proprio spazio in cui ritrovare le proprie competenze e acquisirne di nuove, apprendere nuove modalità di lavoro e di interazione e poter apportare il proprio contributo con idee, confronti e l’assunzione di responsabilità.

Dalla sua apertura hanno potuto intraprendere una parte del proprio percorso personale 10 tirocinanti, 15 utenti dei laboratori di produzione sociale ed altri 15 volontari, affiancati da una decina di operatori ambientali, educatori e volontari. Grazie alla cittadinanza poi, che conferisce presso il Centro diverse categorie di beni, TSM ha potuto inserirsi in modo sempre più incisivo nella rete sociale del territorio, attraverso lo scambio e la donazione anche con altre associazioni territoriali con oggetti destinati a persone e famiglie in difficoltà. Tra i diversi beni ricevuti possiamo annoverare di tutto: dai mobili ai vestiti, dalle stoviglie, ai giocattoli, passando per attrezzature sportive e apparecchiature elettroniche. Nel primo anno di vita - nonostante le difficoltà date dall’emergenza pandemica - sono state centinaia di articoli donati al Centro da 414 persone appartenenti al comuni del Distretto Ceramico e non solo, tra cui 216 formiginesi, per un totale di 621 accessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento