menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora assemblee all’aperto alla Rossi Spa, nuovi scioperi prima di Natale

Trattativa per il rinnovo del contratto aziendale in stallo nonostante le pressioni sindacali. La Fiom fa il punto dopo le riunioni

Nonostante il freddo e la pioggia di questi giorni, le lavoratrici ed i lavoratori della Rossi Spa erano in tanti a dare il proprio contributo alle discussioni fatte nelle assemblee sindacali, che si sono tenute in turni, distribuiti in più giornate, nei cortili degli stabilimenti di via Emilia Ovest e di Ganaceto. Nelle riunioni è stato confermato il mandato alle RSU e alla Fiom/Cgil per la proclamazione di ulteriori pacchetti di ore di sciopero da distribuire prima delle ferie natalizie per il rinnovo del contratto aziendale.

"L’impresa pare non aver ancora compreso che i lavoratori vogliono il contratto aziendale, e non sono disponibili ad una trattativa che condiziona il rinnovo contrattuale di 2 livello,  alla revisione di norme e accordi consolidati in 50 anni di storia contrattuale dell’impresa - spiega la Fiom in una nota - Quegli stessi lavoratori, più volte elogiati appena dopo il lockdown per la disponibilità e gli sforzi che hanno permesso la ripartenza, quei lavoratori che anche nei momenti più difficili erano indispensabili, sono al momento in una totale vacanza contrattuale".

Da un lato la trattativa per il contratto Nazionale è ripresa, ma le distanze sono veramente tante e forti, dall’altro un tavolo per il rinnovo del contratto Aziendale fermo a causa delle indisponibilità manifestate dall’impresa. Ed è all’impresa che i lavoratori parlano con gli scioperi e le  azioni, ribadendo in un unica voce, ed in modo chiaro e deciso, che non sono disponibili  a lasciar perdere.

"Vogliono la ripresa di trattative serie che affrontino uno per uno i temi della piattaforma votata ormai oltre un anno fa… premio di risultato, conciliazione tempi di vita e lavoro, smart working, appalti, sostenibilità ambientale e relazioni sindacali che in questa fase toccano certamente uno dei momenti più bassi nella storia contrattuale dell’impresa", chiosa il sindacato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ferrari, a maggio apre il ristorante Cavallino di Maranello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento