rotate-mobile
Attualità San Possidonio

Vanno all'asta 57 asini, Oipa attacca: "Una procedura amministrativa non etica"

Gli animalisti protestano per l'asta fallimentare che potrebbe portare anche al macello di 49 esemplari: "Esseri senzienti trattati come oggetti"

Cinquantasette asini sono finiti all’asta a seguito della dichiarazione di fallimento della società proprietaria di San Possidonio. Solo otto non sono macellabili, quindi 49 di loro rischiano di finire male. È la denuncia dell’Organizzazione internazionale protezione animali, che chiede la salvezza dei poveri animali: "Esseri senzienti trattati come merce, come oggetti, finiti in un portale d’aste insieme a biciclette, auto, mobili".

Gli asini sono stati valutati 250 euro a esemplare. All'asta, l'intero lotto avrà quindi un prezzo base di 14.250 euro, con un rilancio minimo di 500 euro. La chiusura del'asta è prevista per il 5 marzo.

«Quella dell’asta di animali è una procedura amministrativa non etica nella quale gli animali sono considerati meri oggetti - dichiara il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto - Siamo molto lontani dal recepimento del Trattato di Lisbona del 2007 che tutela gli animali in quanto “esseri senzienti”. Mandarli all’asta è quanto meno discutibile".

Gli animalisti ricordano poi cosa stabilisce il Trattato di Lisbona all’articolo 13: "Nella formulazione e nell’attuazione delle politiche dell’Unione nei settori dell’agricoltura, della pesca, dei trasporti, del mercato interno, della ricerca e sviluppo tecnologico e dello spazio, l’Unione e gli Stati membri tengono pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali in quanto esseri senzienti, rispettando nel contempo le disposizioni legislative o amministrative e le consuetudini degli Stati membri per quanto riguarda, in particolare, i riti religiosi, le tradizioni culturali e il patrimonio regionale'”. Il caso sta diventando virale sul web e qualcuo potrebbe farsi avanti per "salvare" gli animali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanno all'asta 57 asini, Oipa attacca: "Una procedura amministrativa non etica"

ModenaToday è in caricamento