Crescono reati e arresti nel 2019, i dati della Polizia in provincia di Modena

Lieve aumento del 1,7% per i maggiori delitti contro la persona e il patrimonio. Spiccano in particolare le violenze sessuali. I numeri della Questura

Il 10 aprile si festeggia l'anniversario di fondazione della Polizia di Stato: il 2020 non ha visto cerimonie pubbliche, ma la Questura ha colto ugualmente l'occasione per inviare alcune statistiche relative alle proprie attività relative allo scorso anno. Dai numeri non emergono stravolgimenti particolari nel confronto fra 2018 e 2019: il trend dei crimini perpetrati in provincia nell’anno 2019 è in aumento dell’1,7% rispetto all'anno precedente, per un totale di 31.839 delitti commessi.

La Questura di Modena ha fornito anche alcuni numeri riguardanti le singole fattispecie di reato. I crimini in materia di spaccio di droga sono scesi da 360 a 319 (-11,39%), così come le estorsioni (da 86 a 82, -4,65%), le lesioni personali (da 873 a 861, -1,37%) e gli omicidi, passati da 31 a 30. Calo sensibile anche per la ricettazione, che passa da 177 a 144 casi (-18,64%).

Stabili invece i furti, che restano numericamente il reato più frequente nel modenese: nel 2019 se ne sono contati 17.051, a fronte di 35 in meno l'anno precedente.

Segno positivo invece per le rapine, aumentate del 5,17% (da 290 a 305), per le percosse (da 185 a198, +7,03%) e per le truffe (da 1815 a 1938, +6,78%). 

Il dato più significativo riguarda tuttavia le violenze sessuali, che aumentano del 39, 34%: un numero molto significativo, seppur in termini assoluti i numeri parlino di 85 casi nello scorso anno.

Questi numeri - è bene sottolinearlo - non permettono tuttavia analisi molto approfondite. Si tratta infatti di dati che andrebbero delcinati con ulteriori dettagli, primo fra tutti la suddivisione tra reati denunciati dai cittadini e quelli che invece sono emersi a seguito di un intervento diretto della Polizia. In mancanza di ulteriori approdondimenti è prematuro qualsiasi giudizio pià ampio sul concetto di sicurezza, seppure quello che emerge in prima istanza è una sostanziale stabilità rispetto al passato recente.

Per quanto concerne gli arresti effettuati dalla Polizia di Stato di Modena, si evidenzia che nel 2019 sono state finite in manette 348 persone, a differenza delle 333 dell’anno precedente, con un aumento, quindi, del 4,5%. Le denunce, invece, nel corso del 2019 sono state 1.948, a fronte delle 1.992 del 2018, con una leggera flessione, pari al 2,21%.

Per quanto concerne l’attività di controllo del territorio, coordinata sul territorio provinciale dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, si segnala che nel corso dell’anno 2019 sono giunte ben 119.807 chiamate al numero 112.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel complesso è aumentata la mole dei controlli svolti dafli agenti sul territorio: + 15,3% di persone controllate, + 8,7 % di veicoli controllati, +23,1 % di documenti controllati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • A Modena 100 nuovi contagi. Decedute due anziane in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento