rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Attualità

Frazioni e Zone Artigianali, dal 5 settembre i nuovi bidoni per la raccolta porta-a-porta

Sono state avviate le prime attività della riorganizzazione dei servizi ambientali, al termine delle quali la città sarà servita in parte dal porta a porta integrale e in parte da un sistema misto porta a porta/cassonetti. Una riorganizzazione graduale

Dopo mesi di lavori preparatori e progettazione, è partita la fase operativa della riorganizzazione dei servizi ambientali nel territorio comunale di Modena, secondo quanto previsto dalla concessione affidata, tramite procedura di gara, da Atersir al raggruppamento temporaneo di imprese (RTI), costituito tra Hera S.p.A., Giacomo Brodolini Soc. Coop e Consorzio Stabile Ecobi.

Al termine di questa riorganizzazione, una parte della città - il centro storico, le zone artigianali e industriali e il forese con case sparse – la periferia a bassa densità abitativa della città-  sarà servita dal porta a porta integrale – con raccolte domiciliari per tutte le principali tipologie di rifiuti, mentre le frazioni e i quartieri dell’abitato residenziale avranno un sistema misto, in cui le raccolte porta a porta di carta e plastica coesisteranno con la presenza di cassonetti stradali per indifferenziato, organico, vetro e sfalci verdi.

Anche i cassonetti verranno sostituiti: per l’indifferenziato, in particolare, verranno collocati in nuovi contenitori apribili solo con una tessera (o, installando l’APP Il Rifiutologo, anche con uno smartphone Android).

I contenitori stradali, comunque, saranno sempre a disposizione di tutti. In questo modo, in caso di necessità, anche famiglie e imprese raggiunte dal porta a porta integrale potranno sempre scegliere di utilizzarli, integrando così i servizi a loro specificamente dedicati.

La riorganizzazione dei servizi avverrà gradualmente e coinvolgerà di volta in volta piccole porzioni omogenee della città: durante il mese di settembre saranno protagoniste del cambiamento il forese, le frazioni modenesi e le Zone Artigianali e Industriali (ZAI), mentre tra ottobre e novembre sarà la volta della parte residenziale del quartiere 4. La riorganizzazione del centro storico e dei quartieri 2 e 3, invece, è prevista per il 2023.

Tutto il tempo e tutta l’assistenza per cominciare bene

I tecnici di Hera hanno messo a punto una sequenza di attività e una capillare campagna di comunicazione, condivise con l’Amministrazione, che verranno replicate in ogni zona della città, man mano che partirà la modifica dei servizi. La prima fase prevede, presso tutte le famiglie e le aziende di volta in volta interessate, la consegna di una lettera che annuncia l’avvio delle operazioni e fornisce alcune prime informazioni, compreso un approfondimento con le domande e le risposte più frequenti.

In un secondo momento, gli operatori della multiutility visiteranno a domicilio tutte le case e le imprese dell’area e provvederanno alla distribuzione delle attrezzature necessarie per la separazione dei rifiuti. Questi kit saranno diversi nei due casi del porta a porta e del sistema misto, ma a tutti verrà consegnata la Carta Smeraldo – la tessera necessaria per utilizzare i nuovi cassonetti – e le altre dotazioni utili, assieme ad alcuni documenti informativi e di approfondimento.

Una volta completata questa fase, in ogni zona verranno allestiti uno o più Punti Smeraldo, luoghi appositamente approntati presso i quali operatori incaricati da Hera consegneranno il kit a coloro che non hanno avuto la possibilità di ritrarlo a domicilio, ad esempio perché assenti in occasione dei passaggi dei tutor.

Inoltre, per dare modo a tutti di approfondire i diversi aspetti delle novità in arrivo, per ogni tappa Hera organizzerà almeno una serata informativa locale, e solo al termine di tutte queste attività preparatorie inizieranno le modifiche vere e proprie dei servizi.

Zone Artigianali e Industriali (ZAI)

Nelle Zone Artigianali e Industriali (ZAI) di Modena già da diversi anni è attiva la raccolta porta a porta integrale, quindi qui le modifiche dei servizi saranno minime, e riguarderanno principalmente l’omogenizzazione dei contenitori per la raccolta con quelli che saranno distribuiti nel resto della città. Tuttavia, sarà opportuno verificare il nuovo calendario delle raccolte, perché potrebbero esserci alcune variazioni di giornate e orari.

In particolare, nelle Zone Artigianali e Industriali (ZAI) di Modena è al momento in fase conclusiva la consegna della lettera informativa. Dal 5 settembre prenderà il via la distribuzione dei nuovi kit: gli utenti delle ZAI riceveranno la Carta Smeraldo e i contenitori personali per indifferenziato, vetro, organico. Infine, sarà loro consegnata una dotazione di sacchi azzurri e sacchi gialli per le raccolte, rispettivamente, di carta e plastica/lattine. Le famiglie riceveranno inoltre il necessario per la raccolta dell’organico in cucina, formato da piccolo cestello da sottolavello e sacchi biodegradabili.

Per quanto riguarda i materiali informativi, gli utenti riceveranno una guida con tutte le informazioni utili per una corretta raccolta differenziata e il calendario aggiornato che indica giorno e fascia orario in cui esporre le diverse frazioni di rifiuto.

Forese e frazioni nord (Albareto, Quattro Ville, Sant’Anna, Tre olmi)

Anche nel forese e nelle frazioni nord della città è al momento in fase conclusiva la consegna della lettera informativa. Il 5 settembre, presso la polisportiva Forese Nord di Albareto (via Albareto 586), dalle 20.30 alle 22.30 si terrà una serata informativa, alla quale sono invitati i residenti delle aree circostanti ed in particolare per quelli residenti ad Albareto.

Nelle settimane successive prenderanno il via le successive fasi della riorganizzazione dei servizi e saranno organizzati altri incontri dedicati ai cittadini delle altre frazioni.

Forese e frazioni sud (Baggiovara, Cittanova, Cognento, Marzaglia, San Damaso, S. Donnino, Paganine Portile)

Nel forese e nelle frazioni sud di Modena il 5 settembre prenderà il via la distribuzione della lettera informativa. Come per le altre zone, nelle settimane successive si procederà alla distribuzione dei kit e alla presentazione ai cittadini del modello di raccolta durante varie serate informative.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frazioni e Zone Artigianali, dal 5 settembre i nuovi bidoni per la raccolta porta-a-porta

ModenaToday è in caricamento