Prolungato l'orario della Biblioteca Giuridica Unimore, accolta la richiesta di Azione Universitaria

La soddisfazione del Senatore Accademico dell'associazione studentesca: "Da lunedì 4 Marzo apertura fino alle 21.00 e il sabato dalle 9 alle 14"

"La Biblioteca Giuridica situata in centro storico, in via Camatta, da ormai diversi anni ha un orario di chiusura decisamente sconveniente per l’utenza studentesca: alle 18 e 30 si chiude baracca e burattini e si torna a casa. Il sabato invece era chiusa tutto il giorno". Partendo da questa considerazione Azione Universitaria, l'associazione della destra studentesca, ha in questi ultimi mesi tentato di cambiare le cose, attraverso un contatto diretto e costante con gli uffici di Unumore.

"Abbiamo ottenuto un prolungamento orario della Biblioteca asserendo che la poca utenza era dovuta all’orario ristretto e non viceversa - annuncia Alessio Fania, coordinatore dell’associazione e senatore accademico Unimore e principale promotore dell’istanza - Già da ottobre avevo iniziato a inviare le prime e-mail ai vertici dirigenziali dell’Ateneo per avviare un iter che è durato alcuni mesi. Dopo tanti scambi di e-mail e incontri a base di proposte e idee, sono riuscito ad ottenere un prolungamento sperimentale. L’Ateneo, infatti, a partire da lunedì 4 Marzo, finanzierà il prolungamento fino alle 21.00 dell’orario della Biblioteca Giuridica che rimarrà aperta anche il Sabato dalle 9 alle 14. Se durante la fase sperimentale, che durerà circa un anno, vi sarà un aumento di studenti che usufruiscono della biblioteca, l’Ateneo si è impegnato a modificare l’orario ufficialmente in modo permanente”.

“Era nella nostra campagna elettorale delle scorse elezioni e siamo riusciti a tener fede alle nostre promesse - continua Fania -  La nostra associazione sono tanti anni che è nell’ateneo emiliano e si è sempre contraddistinta per onestà, praticità e concretezza: questo successo ne è l’ennesima affermazione. Ringrazio per questo risultato il direttore generale Unimore, Dott. Ronchetti, e la dirigente del Sistema Bibliotecario D’Ateneo, Dott.ssa Ingrosso, che hanno accolto le nostre richieste con tanta gentilezza”.

“Questo avvenimento dimostra due cose fondamentalmente - conclude Fania - in primis che la dirigenza d’Ateneo non è lontana dalle istanze degli studenti - e questo fa dell'Unimore una grande università - come ho gia avuto il piacere di ribadire in Senato Accademico, e in secondo luogo che le associazioni studentesche, quando lavorano per proporre e non solamente per protestare, servono veramente a qualcosa”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento