Sala Temple, il Comune di Sassuolo cerca un gestore fino al 2025

Avviso pubblico con un canone annuale di 5mila euro. Oltre alle attività culturali l'Amministrazione chiede anche un presidio di sicurezza per la vivibilità del Parco Ducale

Sono state approvate nel corso della Giunta di martedì scorso, 29 settembre, le “Linee di indirizzo per l’assegnazione e contestuale gestione, mediante avviso pubblico, di locali di proprietà comunale entro l’immobile Casa nel Parco denominati Sala Temple”.

“Riportare la cultura all’interno del parco Ducale – afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di Sassuolo Angela Ruini – a fianco dell’attività di Rocks che sta egregiamente svolgendo un ruolo aggregativo per i giovani: è questo l’obiettivo che la Giunta si prefigge con l’avviso pubblico che porterà alla gestione della sala Temple. Uno spazio in cui fare teatro, improvvisazione, ma anche formazione, aggregazione: un luogo in cui poter assistere a momenti culturali ed al tempo stesso creare cultura ex novo”.

La Giunta del Comune di Sassuolo ha quindi deliberato di provvedere, mediante avviso pubblico riservato alle Associazioni di Promozione Sociale/Associazioni Sportive dilettantistiche/ Organizzazioni di Volontariato, alla attivazione della procedura di valutazione comparativa per l’individuazione di una Associazione alla quale affidare la gestione dei locali denominati Sala Laboratorio Temple, presso Casa del Parco1, concedendo, in funzione dello svolgimento delle attività svolte per la finalità pubblica, il contributo pari a euro 8.000,00 (ottomila) per il primo anno 2021, in modo che 3.000,00 € possano essere utilizzati per l’acquisto di attrezzature (che rimarranno di proprietà dell’Amministrazione) e pari a euro 5.000,00 (cinquemila) annui dal 2022 al 2025, per una durata complessiva di anni 5 e, a titolo di sostegno delle spese per utenze energetiche, funzionamento e gestione manutentiva dei locali.

L'immobile sarà destinato allo svolgimento di attività aggregative, formative, educative giovanili a complemento e supporto delle iniziative che verranno svolte in un’ottica di integrazione delle risorse e delle Istituzioni già presenti sul territorio.  L’offerta di attività rivolte agli associati dovrà essere di differente tipologia per permettere alla struttura di avere la massima accessibilità, con una programmazione differenziata, a connotazione prevalentemente gratuita a titolo volontario, in una logica di sussidiarietà, di attività culturali a connotazione prevalentemente teatrale e di diffusione di tecniche espressive, che abbiano altresì finalità aggregative, educative, ricreative e sportive, destinate alla collettività, ai giovani, alle scuole, Tali attività dovranno essere diversificate per permettere alla struttura di avere la massima accessibilità; occorrerà; occorrerà porre grande attenzione alle esigenze di aggregazione e di socializzazione, di contrasto alla esclusione sociale, alla concertazione delle attività culturali con la programmazione promossa dall’Amministrazione Comunale e le istituzioni Scolastiche e alla ricaduta delle iniziative sul territorio. La programmazione, organizzata a cadenza di operatività annuale, dovrà essere preventivamente sottoposta all’Amministrazione per preliminare approvazione esplicita e concertata anche con l’Associazione che gestisce gli spazi posti al piano terra dello stesso stabile (“Casa nel Parco”) con la quale si richiede di collaborare nella programmazione e gestione di eventi, anche compartecipati;

La programmazione proposta dal sub concessionario dovrà prevedere anche: una rassegna teatrale nel periodo autunno-tarda primavera per il pubblico esterno, a pagamento, con tariffe da concordare con l’amministrazione e introiti per il gestore; attività di promozione sociale/laboratoriale/sportiva/educative rivolte a favore degli associati e di terzi, con particolare riferimento allo sviluppo della creatività e all’utilizzo di tecniche teatrali, della valorizzazione del luogo e con particolare attenzione all’aggregazione;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il subconcessionario dovrà garantire, come meglio specificato nella convenzione i seguenti servizi, a fronte dei quali si prevede la corresponsione del relativo contributo indicato sopra: uno spettacolo teatrale annuale gratuito, da concordare con l’amministrazione (servizio attività culturali), che verrà proposto in uno dei contenitori /rassegne della città; 2/3 interventi annuali gratuiti di letture tematiche professionali in occasione di inaugurazioni/eventi dell’amministrazione; 12 mattinate di laboratori teatrali riservati al secondo ciclo della scuola primaria considerando in ogni giornata lo svolgimento di due laboratori giornalieri; mantenere un presidio ed un controllo dell’Ente Pubblico nell’area del Parco Ducale, anche per ragioni di ordine e sicurezza pubblica, in zona che in passato è stata soggetta a degrado per frequentazioni di presenze e attività indesiderate, collaborando anche in tal senso con le Associazioni presenti nello stesso immobile.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento