rotate-mobile
Attualità

Bolletta "monstre" da 21.282 euro, la spunta l'utente

La vicenda di un cittadino modenese seguita da Federnsumatori ha visto Iren riconoscere le ragioni dell'utente, riportando il pagamento ad una cifra coerente

Nei giorni scorsi si è conclusa positivamente una complessa vicenda di riconoscimento, da parte del gestore Iren, di una fuga d’acqua che ha coinvolto un cittadino modenese, all’epoca residente nel reggiano. Tutto era cominciato nell’agosto 2021, quando il cittadino in questione aeva ricevuto una bolletta acqua dell’importo di 21.282 euro. La bolletta fatturava, nell’arco di tempo di un anno, un consumo di ben 6.000 mc di acqua. In un primo momento Iren riconosceva una riduzione di 6.300 euro, corrispondenti alla tariffa di fognatura e depurazione; una riduzione giustamente considerata insufficiente dal nostro assistito.

Con un lavoro certosino di studio e analisi del caso Federconsumatori Modena, in collaborazione con Federconsumatori Reggio Emilia, è stata in grado di dimostrare che l’abnorme consumo era stato la conseguenza di una dispersione, avvenuta in un punto dell’impianto idrico privato difficilmente riscontrabile con la dovuta accortezza.  Era quindi da escludere che l’utente avesse agito con incuria o negligenza nella conduzione dell’impianto idrico. 

Iren ha recentemente accolto questa impostazione, riducendo di conseguenza la bolletta da 21.282 a 171 euro.

"Una vicenda conclusa positivamente, che evidenzia ancora una volta la necessità, per gli utenti, di controllare periodicamente il dato di consumi riportato dal contatore, e di contattare al più presto il servizio clienti del Gestore quando si riceve una bolletta che fattura un importo relativo a consumi anomali, rispetto a quelli usuali", commenta Federconsumatori.  
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolletta "monstre" da 21.282 euro, la spunta l'utente

ModenaToday è in caricamento