rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità

Bonaccini sulla terza dose: "Penso sarà inevitabile"

Il Presidente di Regione: "Ci rimettiamo a chi ha la competenza per deciderlo"

La somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid sarà "inevitabile", prevede il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. "Ci rimettiamo a chi ha la competenza per deciderlo, ma credo che la terza dose di vaccino sarà pressochè inevitabile", spiega a margine dell'inaugurazione del nuovo centro per l'eccellenza industriale di Philip Morris a Bologna. "Peraltro proprio oggi raggiungeremo quasi il 90% di vaccinati con una dose. Le cose stanno andando bene, ma i contagi sono in crescita e l'unico modo per non tornare a chiudere quello che abbiamo faticosamente e con grandi sacrifici riaperto, cioè tutto, è proseguire nella protezione dei cittadini attraverso i vaccini", sostiene il governatore.

"Nonostante l'aumento dei contagi è crollato in questi mesi il numero dei ricoverati e dei decessi. Guardiamo a quello che accade in Russia, dove il numero dei vaccinati è basso", ammonisce Bonaccini. "D'altra parte dobbiamo stare attenti, perché il vaccino da solo non basta a fermare la circolazione del virus: protegge, però, le persone, per questo le terze dosi saranno importanti per arrivare all'immunità di gregge e a sconfiggere questo virus", conclude.

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonaccini sulla terza dose: "Penso sarà inevitabile"

ModenaToday è in caricamento