Borse di Studio per studenti disagiati della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus

La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ha destinato 32 borse di studio ad altrettanti studenti disagiati dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il loro valore assomma a 50.000,0 euro

Assegnate dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus 32 borse di studio a favore di studenti iscritti, per l’Anno Accademico 2018/2019, a corsi di laurea e a corsi di laurea magistrale dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, che si trovano in condizioni di svantaggio fisico, psichico, sociale o familiare o in difficoltà economica e che non siano già destinatari di altri contributi, borse o finanziamenti erogati da altri Enti o in materia di diritto allo studio. La consegna dei premi è avvenuta nel corso della cerimonia tenutasi oggi - giovedì 9 maggio - a Modena negli spazi del complesso universitario San Geminiano, che ha visto la presenza del Magnifico Rettore Unimore Angelo O. Andrisano e del Vice Presidente della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus Valeria Cavrini.

“Siamo profondamente grati alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus per l’attenzione che sta dimostrando nei riguardi dei nostri studenti. Queste borse di studio – ha affermato il Magnifico Rettore prof. Angelo O. Andrisano - vanno a sostenere studenti che sono esclusi dal finanziamento per il diritto allo studio e che, per diversi motivi, possono vedere pregiudicati i loro studi e la loro serenità. Ricordo che in questo anno accademico sono ben 5.777 i nostri studenti che beneficiano dell’esonero dal pagamento delle tasse”.

A conclusione del suo intervento il Vice Presidente della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus Valeria Cavrini ha affermato: “Ci rende particolarmente orgogliosi avere la possibilità di accompagnare al successo formativo studenti in difficoltà. Questa iniziativa non vuol essere solo una forte testimonianza di attenzione, di vicinanza e di sensibilità sociale ma rappresenta un vero e proprio atto di giustizia sostanziale che da un lato favorisce il diritto allo studio a giovani in condizioni economiche e familiari svantaggiate e dall’altro realizza un vero e proprio investimento a favore dell’intera società. Questo è il senso con il quale intendiamo declinare il concetto di responsabilità sociale”.

I vincitori, che riceveranno una somma variabile tra i 1.500,00 ed i 2.200,00 euro su una carta ricaricabile Superflash emessa da una banca del Gruppo Intesa Sanpaolo, frequentano corsi di laurea di 8 diversi dipartimenti: 11 sono iscritti al DIEF (Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena), 7 sono iscritti alla Facoltà di Medicina e Chirurgia (5 su corsi a Modena e 2 su corsi a Reggio Emilia), 5 sono iscritti al DEMB (Dipartimento di Economia Marco Biagi di Modena), 3 sono iscritti al DSV (Dipartimento di Scienze della Vita di Modena), 2 rispettivamente al DISMI (Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria di Reggio Emilia) e al DSCG (Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche di Modena) e, infine, 1 rispettivamente al DCE (Dipartimento di Comunicazione ed Economia di Reggio Emilia) e al DESU (Dipartimento di Educazione e Scienze Umane di Reggio Emilia).

La valutazione delle 117 domande pervenute, di cui 42 escluse perché non coerenti con i requisiti richiesti, è stata condotta da una commissione composta da: prof. Riccardo Ferretti, Pro Rettore Unimore della sede d’Ateneo di Reggio Emilia, dott.ssa Valeria Cavrini, Vicepresidente della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, Federico Spadaro e Felice Moretti, in rappresentanza degli studenti presenti nel Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Rientrato il 29enne di Finale Emilia, ricerche sospese

Torna su
ModenaToday è in caricamento