rotate-mobile
Attualità

Braglia e Muzzarelli incontrano il Capo di Stato Maggiore

Fabio Braglia, ringrazia il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano per il loro impegno nelle missioni internazionali e nel presidio territoriale,. Al Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello, in visita a Modena, e a tutto l’Esercito italiano i ringraziamenti di Muzzarelli e dell’intera comunità modenese

"Un profondo ringraziamento al Capo di Stato Maggiore, Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello e all’Esercito Italiano quotidianamente impegnate nelle missioni internazionali e nelle attività di presidio territoriale nel nostro Paese, anche nella provincia di Modena, sempre al fianco dei cittadini e delle Istituzioni".

Con queste parole il presidente della Provincia di Modena Fabio Braglia ha accolto lunedì 8 aprile il Capo di Stato Maggiore, Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello, in visita nella sede della Provincia di Modena accompagnato anche dal Comandante dell’Accademia Militare, Generale di Divisione Davide Scalabrin.

Masiello si è arruolato nell’Esercito nel 1981 dopo aver frequentato l’Accademia Militare di Modena e la scuola di applicazione di Torino ottenendo l’assegnazione all’Arma di Artiglieria.

DSC_0027

Nella sua carriera ha partecipato alle operazioni dei contingenti italiani nel Nord dell’Iraq, in Somalia e Bosnia Erzegovina. Ha partecipato inoltre alle operazioni in Libano con l’incarico di Chief of Staff del Comandante di UNIFIL ed il 5 settembre 2008 ha assunto il comando del 185° Reggimento Paracadutisti “Folgore” al termine del quale è stato trasferito a Roma presso l’Ufficio del Capo di Stato Maggiore della Difesa. Dopo una lunga carriera militare, ha svolto l’incarico di Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa e dal 27 febbraio 2024 è Capo di Stato Maggiore dell’Esercito.

Il Generale di Corpo d’Armata Masiello ha omaggiato il presidente Braglia con il crest dell’Esercito Italiano, lo stemma araldico di Forza Armata e il presidente Braglia ha contraccambiato donando il libro “Savor” pubblicato dalla Provincia di Modena, con 37 ricette della tradizione locale modenese descritte e filmate.

“In questo difficile momento storico percorso da tensioni internazionali e da guerre che minacciano la stabilità dell’Europa, la vostra presenza è importante per mantenere equilibrio e pace”, ha affermato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli accogliendo in Municipio il Capo di Stato Maggiore Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello in visita a Modena accompagnato dal Comandante dell’Accademia Militare, Generale di Divisione Davide Scalabrin.

2K6A3280

L’incontro, avvenuto nel pomeriggio di lunedì 8 aprile è stato per il sindaco Muzzarelli una gradita occasione per ringraziare sentitamente, anche a nome di tutta la comunità modenese, il Capo di Stato Maggiore e, insieme a lui, tutte le donne e gli uomini dell’Esercito italiano impegnati sui fronti più complessi dello scacchiere internazionale, così come nel presidio del territorio accanto alle forze dell’Ordine e alla Polizia locale.

“I vostri giovani allievi, dotati di notevoli capacità e di un grande senso di equilibrio sono risorse fondamentali per il futuro di questo Paese e di questa Europa che tutti insieme dobbiamo impegnarci a tenere uniti”, ha infine sottolineato il sindaco Muzzarelli omaggiando il Capo di Stato Maggiore con una boccetta di balsamico dell’Acetaia comunale e con una copia del volume fotografico “Effetto Moden” di Franco Fontana.

Al sindaco il Capo di Stato Maggiore Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello ha consegnato il crest dell’Esercito Italiano con lo stemma araldico di Forza Armata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braglia e Muzzarelli incontrano il Capo di Stato Maggiore

ModenaToday è in caricamento