menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calano oggi i nuovi positivi in regione: "La curva si addolcisce"

La conferma è arrivata oggi dall'Assessore Donini che ha anticipato alcuni dati: 2.219 i casi, vale a dire il 9,9% dei tamponi effettuati

Rallentano i casi di Covid in Emilia-Romagna. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 2.219 nuovi positivi in regione, di cui 1.235 sintomatici e 984 senza sintomi, su 22.381 tamponi effettuati, a cui si aggiungono 3.784 test sierologici. Torna sotto il 10% anche il rapporto tra nuovi casi e tamponi: 9,9% per la precisione. 

L'anticipazione è arrivata durante l'informativa sulla situazione della pandemia fornita oggi in commissione regionale Sanità. "Si conferma un addolcimento della curva epidemica- chiosa l'assessore alla Sanità Raffaele Donini- speriamo sia una tendenza e non soltanto un saliscendi". Si conferma "un rallentamento dei contagi e un abbassamento della percentuale dei positivi sui tamponi rispetto al weekend, visto che nel weekend se ne fanno meno", ha precisato ancora Donini intervenendo in commissione.

"Speriamo che la tendenza degli ultimi giorni possa confermarsi". Comunque "massima cautela e precauzione", è la raccomandazione dell'assessore. L'amministrazione ha ripercorso l'andamento dell'epidemia delle ultime settimane, culminato con la decisione del Governo di trasformare la regione in zona arancione. "Fino a una decina di giorni fa avevamo una circolazione del virus elevata ma la pressione su reparti ospedalieri non era tale da mettere in discussione la tenuta del sistema sanitario. Ovviamente più aumentano i casi più c'è necessità di ricoveri, quindi siamo stati assegnati alla fascia arancione", afferma Donini. 

Certo, la Regione aveva provato a giocare d'anticipo con l'ordinanza firmata insieme a Veneto e Friulia Venezia-Giulia. L'ordinanza che avevamo assunto era stata adottata "perchè pur essendo l'Emilia-Romagna in fascia gialla nel caso fosse continuata la pressione sui reparti avremmo rischiato la fascia rossa", sottolinea ancora Donini. 

Nei giorni scorsi "abbiamo ottenuto un abbassamento del Rt mentre la pressione sui reparti ospedalieri è aumentata. Ora, è del tutto evidente che avendo firmato l'ordinanza il giorno prima avevamo la ragionevole aspettativa che potessero essere verificate le misure adottate per un paio di settimane prima di cambiare fascia. Ma è anche vero che non è questo il momento della polemica e della non coesione con le altre istituzioni". Ma Donini torna a sottolineare un aspetto: 

"Noi a differenza di altre Regioni continuiamo ad erogare gran parte delle prestazioni programmate. Il nostro sistema sanitario è stressato perchè non si occupa solo di Covid, questa è il motivo per cui dobbiamo concentrarci per ridurre i contagi. Vogliamo continuare e non sospendere come hanno fatto altre regioni l'attività programmata".

(DIRE)

Due locali aperti oltre i limiti d'orario, arrivano le multe a Sassuolo

Chiusi i punti iniettori, le terapie alla Casa della Salute o presso la Croce Rossa

Da Novi a Carpi per un drink "migliore", multato per lo spostamento 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento