menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clima. Primavera "precoce" per il terzo anno consecutivo a Modena

Le rilevazioni dell'Osservatorio Geofisico di Unimore fanno emergere picchi superiori di ben 8°C alla media del periodo

"E’ il terzo anno consecutivo di primavera precoce a febbraio per Modena.  Mai successo in passato passato  che per tre anni di seguito a febbraio si registrassero precocemente temperature massime oltre i 18°C". Ad evidenziarlo è l'Osservatorio Geofisico di Unimore, direttamentre attraverso la propria pagina Facebook. 

Oggi la temperatura massima in Osservatorio ha toccato i 19.0°C alle ore 15:40, ma già ieri il termometro si era portato su valori oltremodo elevati per la stagione, toccando una massima temperatura giornaliera di 18.6°C. Siamo ben 8°C oltre la media di fine febbraio e su valori che, climaticamente, sono più consoni a fine aprile. "Un tepore che che dopo le giornate fredde di metà mese ci fa balzare d’un colpo dall’inverno alla primavera avanzata, a conferma che una breve ondata di freddo non cambia il quadro di un trend climatico in riscaldamento inequivocabile".

In termini assoluti, è questo il 4° giorno più caldo mai registrato a febbraio.  il record assoluto fu registrato nel 1990, con 21.9°C il giorno 27. In quell’anno, a contribuire al record fu il fenomeno del föhn oggi non presente, e questo è ancor più significativo, a favorire il record odierno è solo, si fa per dire, la presenza di un anticiclone subtropicale, simile a quelli estivi. Per  fare le debite proporzioni, con una anomalia simile a luglio saremmo attorno ai 40°C, ma senza il contributo del vento discendente di föhn.

Guardando al passato e alla serie storica, notiamo un anomalo ripetersi, negli ultimi tre anni, di giornate di tepore precoce a febbraio.  Lo scorso anno, il giorno 11 osservammo una  temperatura massima di 18.5°C, sempre lo scorso febbraio 2020 fu anche il febbraio mediamente più caldo dall’inizio delle misure. E pure nel 2019 notiamo, il 27 febbraio, un ancor più mite giorno di primavera precoce con 20.5°C di temperatura massima. 

In passato, episodi di questo tipo erano invece sporadici, poi dagli anni 1990 si sono fatti più frequenti. Mai finora era però capitato di registrare questa anomalia per tre anni di seguito, quasi a segno che la primavera precoce a Modena, stia diventando una nuova normalità.

Pochi cambiamenti nei prossimi giorni, l’alta pressione subtropicale manterrà tempo stabile con Una relativa flessione delle temperature è attesa da domenica, con calo di 3-4°C, le minime notturne in aperta campagna si potrebbero avvicinare o scendere leggermente sotto  a 0°C, ma di giorno le massime saranno sui 13-15°C, ancora sopra la media.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Appartamento in fiamme a Finale Emilia, due persone in ospedale

  • Cronaca

    Violenza domestica, 26enne di Pavullo finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento