Lotta alle zanzare, già partita la campagna contro le larve

Le azioni che cittadini e Comune devono compiere per limitare la diffusione dell’insetto e difendersi dalle punture. Prodotti antilarvali in farmacie e iper a prezzi calmierati

Come ogni anno dall’inizio di aprile parte la campagna per contrastare la proliferazione e la diffusione della zanzara tigre e della zanzara comune. Fino al 31 ottobre, il Comune di Modena esegue interventi nelle aree pubbliche del territorio ma, per riuscire a contenere il fenomeno delle infestazioni, è necessaria la collaborazione attiva dei cittadini che devono seguire alcune semplici norme di comportamento per quanto riguarda i trattamenti in giardini e terrazzi. È però fondamentale ricordarsi che una delle azioni più efficaci nei confronti sia della zanzara tigre che della zanzara comune è la protezione individuale: per ridurre la presenza degli insetti negli ambienti chiusi occorre utilizzare zanzariere alle finestre, fornetti elettrici o vaporizzatori adatti all’uso domestico e repellenti a uso topico, quando si sta all’aperto indossare indumenti di colore chiaro che coprano il più possibile, evitare profumi, creme e dopobarba che possano attrarre gli insetti. Uccelli, pesci, anfibi, pipistrelli sono inoltre competitori naturali delle zanzare, è quindi importante non ostacolarli.

Dall’inizio della primavera il Comune effettua periodici trattamenti larvicidi in 55 mila caditoie stradali, nei tombini degli immobili comunali (tra i quali scuole, biblioteche, centri sociali), e nei 17 cimiteri cittadini. Inoltre, da maggio a novembre, 60 ovitrappole collocate sul territorio comunale permettono di tenere monitorata la distribuzione delle zanzare. Per abbassare le infestazioni da zanzare comuni vengono anche trattati i fossati con larvicidi biologici. I trattamenti di disinfestazione degli insetti adulti si effettuano solo in via straordinaria in siti sensibili o dove si svolgono attività pubbliche e solo in caso di infestazione oltre la ragionevole soglia di sopportazione visti anche il breve periodo di efficacia (circa una settimana) e l’insorgenza di resistenza nelle popolazioni di zanzara.

Per contrastare il proliferare dell’infestazione della zanzara tigre i cittadini sono tenuti a eliminare tutti i luoghi dove la zanzara possa deporre le uova negli spazi destinati a giardino, orto, balcone, terrazzo, svuotare i sottovasi, e a usare con regolarità i prodotti larvicidi (pastiglie, gocce) nei tombini, nelle griglie di scarico, nei pozzetti di raccolta delle acque piovane e nei luoghi dove non è possibile eliminare le raccolte d’acqua. Ogni volta che piove occorre ripetere i trattamenti e svuotare qualsiasi recipiente. Per favorire la disinfestazione, i cittadini possono acquistare direttamente le confezioni di larvicida nelle farmacie e negli ipermercati a prezzi calmierati.

Tutte le informazioni utili per il contrasto alla proliferazione della zanzara tigre e per la protezione personale da questi insetti si trovano sul sito www.comune.modena.it/zanzaratigre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, due famigliari del paziente carpigiano in Terapia Intensiva

  • Un contagio da Coronavirus anche nel modenese, ricoverato al Policlinico

Torna su
ModenaToday è in caricamento