Si fa presto a dire plastica, al via la campagna Hera per la corretta raccolta

Martedì 12 giugno, presso il mercato di Sassuolo, è partita la nuova campagna di sensibilizzazione per la corretta raccolta della plastica: perché non tutte le plastiche sono uguali e molti fanno ancora confusione. Mentre differenziare correttamente dà più valore all’impegno di tutti

Ci sono tante tipologie di plastiche e solo una parte dei prodotti che utilizziamo quotidianamente può essere conferita nella raccolta dedicata a questa frazione di rifiuto. Per aiutare i cittadini a separarla correttamente, Hera lancia una nuova campagna di sensibilizzazione che punta a chiarire in modo semplice e immediato quali sono gli oggetti in plastica che possono essere gettati nei sacchi gialli, ovvero recipienti e imballaggi (vaschette per alimenti, incarti, bottiglie e flaconi, vasetti e barattoli, ecc.) che siano prima stati svuotati e lavati. Infatti, solo così è possibile garantire una raccolta di qualità e – ciò che più conta – idonea al riciclo.

La campagna – che illustra chiaramente quali sono gli oggetti in plastica più diffusi che occorre differenziare – verrà diffusa sulle radio locali maggiormente ascoltate nei territori di Modena e Rimini. 

Inoltre, per rendere più efficace e capillare la diffusione del messaggio, sono previsti anche numerosi punti informativi nei mercati cittadini per incontrare coloro che la raccolta differenziata la fanno quotidianamente e rispondere così a dubbi, dimostrando praticamente quale è la plastica buona. 
Nel territorio modenese si parte martedì 12 da Sassuolo, per proseguire poi con numerose altre tappe: a giugno, i tutor Hera saranno infatti anche a Spilamberto (il 13), a Fiorano Modenese (il 14), a Pavullo (il 16) e a Modena (il 18 e il 25), oltre che in numerose altri mercati.

“Ci sono tante persone che dedicano tempo e attenzione alla raccolta differenziata dei propri rifiuti – dichiara Antonio Dondi, Direttore Servizi Ambientali del Gruppo Hera – e il nostro compito è massimizzare il valore del loro impegno. La nuova campagna punta proprio a questo: fare informazione affinché la qualità della differenziata aumenti, nell’interesse dei cittadini e dell’ambiente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

  • #ioapro, controlli e multe nei locali e nelle palestre. Sanzioni anche per i clienti

Torna su
ModenaToday è in caricamento