A mezzogiorno suoneranno tutte le campane della città: "Fermiamoci per un minuto"

Gian Carlo Muzzarelli e don Erio Castellucci: “Venerdì 27 marzo alle 12, al suonare delle campane, la citta si fermi per i malati e le vittime del Coronavirus”

Venerdì 27 marzo, alle 11.50 il sindaco Gian Carlo Muzzarelli raggiungerà il vescovo Don Erio Castellucci al cimitero di San Cataldo dove il vescovo si reca per un momento di raccoglimento e una benedizione per il “venerdì della Misericordia" della Chiesa italiana.

“L’intenzione - spiega monsignor Castellucci, rimarcando le parole della Conferenza Episcopale Italiana - è quella di affidare alla misericordia del Padre tutti i defunti di questa pandemia, nonché di esprimere anche in questo modo la vicinanza della Chiesa a quanti sono nel pianto e nel dolore. Le comunità cristiane, pur impossibilitate alla vicinanza fisica, non fanno mancare la loro prossimità di preghiera e di carità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle 12 le campane della Chiesa di san Cataldo e delle altre chiese della città suoneranno. “Fermiamoci tutti per un minuto di raccoglimento dedicato a tutte le persone che soffrono: per quelli che stanno lottando contro il virus e per coloro che la malattia ha strappato alla nostra comunità privandole anche del sollievo di trascorrere gli ultimi istanti circondati dall’affetto dei propri cari”. E’ l’invito rivolto dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli ai modenesi “per esprimere vicinanza ai malati e ai familiari delle vittime in giorni in cui non possiamo nemmeno celebrare i funerali come vorremo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la mascherina e sputa ai carabinieri, denunciata insieme al compagno

  • Coronavirus, altri 139 casi a Modena. I decessi salgono a 61

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • LE FOTO | Modena, posti di blocco ad est e ovest della città "fantasma"

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

Torna su
ModenaToday è in caricamento