menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con il Superbonus arriva un maxi-cantiere da 6 milioni al Somada di Sassuolo

Tra le opere più importanti per il passaggio alla classe A energetica sono previste la realizzazione di un cappotto isolante termico, la sostituzione delle caldaie e dei serramenti dei singoli alloggi, il montaggio di un impianto fotovoltaico, oltre ad opere accessorie e di completamento

In questi giorni, nel condominio Somada B in via Mazzini a Sassuolo, stanno partendo i lavori di manutenzione straordinaria di riqualificazione energetica per un importo di oltre sei milioni di euro, avvalendosi delle agevolazioni fiscali del super bonus del 110% e della possibilità della cessione del credito.

Il condominio Somada B è stato realizzato alla fine degli anni 70, è una delle tre torri del super condominio Somada di via Mazzini, ed è composto da 70 appartamenti e da 12 spazi commerciali. L’amministratore condominiale è la società CASA srl di Modena, di proprietà di ASPPI Modena (associazione sindacale dei piccoli proprietari immobiliari), ed è presente a Sassuolo con la sede di via San Giorgio 10. L’amministratore condominiale è Mauro Pezzini mentre il presidente di CASA srl e di ASPPI è Francesco Lamandini. La società che realizzerà l’intervento di riqualificazione è la VITANOVA srl di Fiorano Modenese, il cui rappresentante legale è Cesare Sirotti.

Tra le opere più importanti per il passaggio alla classe A energetica sono previste la realizzazione di un cappotto isolante termico, la sostituzione delle caldaie e dei serramenti dei singoli alloggi, il montaggio di un impianto fotovoltaico, oltre ad opere accessorie e di completamento. In questi giorni si sta anche decidendo di partire con il Somada A, che così potrebbe agganciarsi al cantiere della torre B.

Il super bonus legato al 110% è una misura fiscale molto positiva ma anche particolarmente complicata. Occorre mettere in campo molti professionisti per progettare l’intervento (ingegneri, architetti, termotecnici, geometri, avvocati, commercialisti, assicuratori, amministratori di condominio), per gestire il cantiere, per seguire le pratiche legali e fiscali e infine per gestire le asseverazioni e i visti di conformità. La riqualificazione può interessare o una migliore efficienza energetica o un miglioramento antisismico oppure entrambi. Che tradotto significa minori consumi di gas per il riscaldamento invernale e minori consumi elettrici per il condizionamento estivo, oltre, eventualmente, a edifici più resistenti ad un eventuale terremoto.

Il presidente Lamandini commenta:Questa riqualificazione è e sarà uno dei più importanti cantieri legati al 110% di Sassuolo e dell’intera provincia di Modena e restituirà rinnovato un pezzo importante del proprio territorio alla città di Sassuolo, a maggior ragione se partisse anche la torre A. Per poter arrivare fino a qui è stata necessaria la volontà, la collaborazione e l’unità dei condomini, un gruppo di professionisti capaci e due società che supportassero tutto: CASA srl e VITANOVA srl. Il super bonus 110% non è semplice ma è un’opportunità di riqualificazione energetica e anche sismica da non perdere per tutti i condominii. Proprio per questo come CASA srl e come ASPPI chiediamo alle Forze politiche presenti in Parlamento di prolungare la misura oltre il 31.12.2022, almeno fino al 2024, se non oltre”.

Il presidente Cesare Sirotti aggiunge:Mi ricordo che ero un bimbo quando fu costruito il centro residenziale Somada. Già allora gli appartamenti erano molto ambiti dai sassolesi come del resto tutt’ora. Appena un appartamento viene messo sul mercato immediatamente viene venduto. Abbiamo pensato di proiettare nel futuro uno dei più storici complessi residenziale sassolese. Progettando un edificio ultramoderno per le tecnologie di risparmio energetico applicate. Questo ci permetterà di far risparmiare, dai circa 178.000 m3 di gas consumati ogni anno, oltre il 70% di gas metano e poter essere autonomi nella produzione di energia elettrica per oltre 24.000 kWh condominiali annui. L'impatto di queste tecnologie permetterà di abbattere le emissioni inquinanti come le polveri sottili (PM10). In effetti il riscaldamento degli edifici è responsabile del 60% dell'inquinamento da polveri sottili a differenza delle auto. Gli appartamenti passeranno da classi energetiche molto basse G e F alla più elevata classe A. Il Somada ha annunciato "presente" agli obiettivi dell'Europa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento