menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale di Mirandola, la Cappella sarà temporenamente trasformata in sala d'accettazione

Sinergia tra AUSL e Diocesi di Carpi per l’Ospedale di Mirandola. Intanto riprendono gli interventi di chirurgia ambulatoriale

La Cappella interna all’Ospedale di Mirandola riconvertita, solo temporaneamente, in area di accettazione, preparazione e osservazione dei pazienti in attesa, per assicurare la ripresa, nonostante il covid, di parte dell’attività chirurgica ambulatoriale. È il risultato della forte sinergia attivata tra Azienda USL di Modena e Diocesi di Carpi (in particolare la Parrocchia di Mirandola) a favore del Santa Maria Bianca, che da inizio mese ha potuto riprendere a erogare tali prestazioni potendo garantire, nello spazio ricavato, la presa in carico dei pazienti in un’area che consentisse il rispetto del distanziamento. È stato così possibile, dal 7 gennaio, far ripartire interventi ambulatoriali di Oculistica, Chirurgia Generale, Ortopedia, Dermatologia e Urologia (attività cistoscopica), a tutto vantaggio dei cittadini del territorio.

Il luogo di culto, che si trova al piano terra del Padiglione Scarlini, aveva visto ridurre la propria attività a causa dell’emergenza Covid, che ha imposto decisioni strategiche finalizzate a una maggior sicurezza, tra cui il sostanziale isolamento dei pazienti all’interno dei reparti e la sospensione delle visite ai degenti. Situazioni che, unite alla sospensione provvisoria dell’attività liturgica in presenza, hanno contribuito a ripensare logisticamente la destinazione d’uso di quell’area, ovviamente a titolo temporaneo.

“Ringrazio personalmente e a nome dell’Azienda USL don Mauro Pancera e la Diocesi di Carpi – afferma Giuseppe Licitra, responsabile della Direzione medica del Santa Maria Bianca – che ha accolto con favore e grande disponibilità la nostra proposta, a vantaggio dei cittadini del nostro territorio. In un periodo duro come quello che stiamo vivendo, è ancora più importante fare gioco di squadra e rendere sempre più coesa la nostra comunità. Un ringraziamento è doveroso anche agli operatori dell’Ospedale di Mirandola, che hanno allestito in breve tempo l’area per renderla funzionale alle nuove esigenze”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Firmata l'ordinanza per la zona rossa, il testo e le nuove regole

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento