menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carcere di Bologna oltre il limite di capienza, i nuovi arrivi saranno dirottati a Modena

Il Garante: "Costante condizione di sovraffollamento". Modena, dopo la rivolta, ha un livello di affollamento inferiore agli anni passati

Stop ai nuovi ingressi per la saturazione degli spazi detentivi: il Provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria Emilia-Romagna e Marche chiude nuovamente le porte dell'istituto penitenziario bolognese. I nuovi arresti saranno dirottati su Modena. E se a dicembre la scelta era legata al boom di contagi, oggi la motivazione alla base è il sovraffollamento: circa 750 detenuti a fronte di una capienza regolamentare di 500.

"Una situazione - si legge nella nota del Garante comunale Antonio Ianniello - anche dovuta alla contemporanea chiusura in via precauzionale di diverse sezioni detentive, essendosi riscontrati casi di positività all'interno. Il numero delle persone detenute positive è al momento limitato: sono . Al netto del calo della popolazione detentiva registrato durante il primo lockdown, oggi "risulta costante la condizione di sovraffollamento, il cui trend nel recente periodo e' anche in crescita. Questo potrebbe incidere sull'aggravamento del rischio sanitario: la mancanza di distanziamento fisico può evidentemente fungere da acceleratore della diffusione del contagio". In chiusura di nota, il garante sottolinea la partenza della campagna di vaccinazione degli operatori penitenziari e anche di parte dei volontari, e aggiunge: "Si spera che a breve possa anche iniziare quella destinata alle persone detenute così che la comunità penitenziaria possa essere messa in sicurezza sanitaria".

Dunque, i detenuti diretti alla Dozza verrano d'ora in poi dirottati sul Sant'Anna di Modena. La struttura modenese sconta ancora i postumi della drammatica rivolta dello scorso anno, che re inagibile gran parte delle sezioni. Oggi la popolazione carceraria è tornata a salire, ma è ancora lontana dai numeri - a loro volta sintomo di sovraffollamento che si registravano fino ad un anno fa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento