rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità

Carpi. Crimini sempre più aggressivi e violenti, Siulp: “Servono quanto prima gli organici”

il sindacato di Polizia di Stato ribadisce la necessità di avere nuovi organici sul territorio carpigiano sempre più segnato da episodi di violenza e criminalità

Il Siulp continua a segnalare una impellente necessità di sicurezza della città di Carpi, soprattutto se relazionata alle carenze d’organico dell’ufficio che è sede della locale Autorità di Pubblica Sicurezza e cioè il Commissariato della Polizia di Stato.

“Abbiamo fornito una serie di indicatori precisi e attendibili, circa gli oggettivi aumenti dei carichi di lavoro, ma anche riguardo al fatto che l’aggressività di tanti soggetti criminali è di fatto aumentata. Basarsi su dati secchi senza fare opportune considerazioni tecniche è, a nostro avviso, fuorviante e rischia di ridimensionare l’assoluta necessità di incrementare l’organico della Polizia di Stato nel futuro prossimo e venturo.”

“Le regole d’ingaggio tra le forze dell’ordine e chi delinque sono mutate- prosegue il sindacato-  mentre le aggressioni e le reazioni nei confronti delle Forze di Polizia sono costantemente in aumento. Riteniamo che ciò sia colpa principalmente di quel lassismo legislativo che, nel tempo, ha diminuito e reso vane molte delle pene, ma ha anche aumentato i diritti di indagati e imputati, rendendo farraginosa ed eccessivamente burocratizzata l’attività di polizia.”

“Ma, di riflesso, l’aggressività è aumentata anche nei confronti dei cittadini che subiscono reati più violenti che per tale motivi si sentono giustamente più minacciati rispetto al passato, per cui chiedono maggiore sicurezza e lo fanno anche sollecitando i mass media.

Il Siulp, lontano ed assolutamente estraneo da diatribe e schermaglie politiche, conferma con convinzione la necessità di avere quanto prima gli organici della Polizia di Stato adeguati allo status di città, peraltro socialmente ed economicamente importante nel panorama provinciale.”

“Solo pochissimi giorni fa, abbiamo fatto il punto su alcuni dati oggettivi della sicurezza carpigiano analizzando, ad esempio, i numeri dell’organico in relazione alla complessità del territorio. Ma è assolutamente il caso di sottolineare anche che dal punto di vista amministrativo, l’attività di polizia carpigiana è sempre in crescita, con tutto ciò che ne consegue in termini di carichi di lavoro e di tempi d’attesa per il cittadino.”

“In sostanza, che si parli di polizia amministrativa o di polizia giudiziaria, oppure di controllo del territorio, gli indicatori puntano tutti verso l’alto, tranne appunto il numero degli operatori in servizio che è assolutamente inadeguato rispetto alla realtà.

Peraltro, rispetto alle vetuste piante organiche degli anni ’90, Carpi è l’ufficio che in percentuale ha la carenza organica più grave rispetto alla Questura di Modena e ai Commissariati P.S. di Sassuolo e di Mirandola.

 Noi crediamo che tutti questi indicatori, che come Siulp ribadiamo e sottolineiamo, siano più che sufficienti per porre Carpi e il suo Commissariato al centro della “questione modenese” degli organici della Polizia di Stato: il futuro è adesso.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi. Crimini sempre più aggressivi e violenti, Siulp: “Servono quanto prima gli organici”

ModenaToday è in caricamento