Emergenza. Castelfranco Emilia ferma anche i lavori nei cantieri pubblici 

Il comune modenese adotta un provvedimento non previsto nel recente decreto, per misuara precauzionale ulteriore

Interruzione di tutti i cantieri attivi per lavori pubblici, fatta eccezione per quanto riguarda gli interventi indifferibili di manutenzione ordinaria e ferme restando tutte le disposizioni e le limitazioni emanate dal DPCM. Questa la decisione assunta dal Comune di Castelfranco Emilia come nuova ed ulteriore iniziativa messa in campo nel contrasto alla potenziale diffusione del contagio da Coronavirus Covid-19. 

"In accordo con i nostri dirigenti e con i direttori lavori delle varie aziende interessate, abbiamo deciso di fermare tutti i cantieri aperti per lavori pubblici nel nostro per territorio – ha dichiarato il Vice-Sindaco Denis Bertoncelli – Da diversi mesi abbiamo avviato un numero notevole di cantieri  e importanti investimenti in termini di lavori pubblici per un miglioramento globale della nostra città, viabilità compresa. Tutto questo, però, dinanzi al momento che stiamo vivendo deve giocoforza passare in secondo piano e la precedenza assoluta va, senza tentennamenti, al contrasto, con forza, alla possibile diffusione del contagio da Covid-19".

Castelfranco fornisce perciò una valutazione più restrittiva delle norme rispetto a daltre realtà: "Si pensi, ad esempio, a tutti quei casi in cui gli appalti sono stati vinti da ditte di altre città: nel momento in cui, e la regola vale per tutti, la disposizione è quella di evitare ogni possibile spostamento, se non proprio improrogabile, la decisione non può che andare in questa direzione. Rimarrà in essere, nel pieno e attento rispetto delle disposizioni emanate da Governo e Regione, solo ed esclusivamente la programmazione di futuri interventi di manutenzione ordinaria, quali ad esempio la gestione del verde pubblico che sarà ripresa imprescindibilmente, così come i cantieri, non appena sarà terminata l'emergenza. Nel frattempo, abbiamo già avviato lo stop che – ha concluso Bertoncelli – si concretizzerà nel volger di massimo tre giorni, tempo necessario per un'ulteriore messa in sicurezza degli stessi cantieri prima della chiusura". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Chiama i vigili per spostare un auto in sosta davanti al cancello, ma il cartello era clonato

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

  • Conferma dal Ministero, l'Emilia-Romagna torna in "zona gialla"

  • Coronavirus, risalgono i numeri in regione. A Modena quasi 500 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento