Attualità Castelfranco Emilia

Castelfranco Emilia, emessa un’ordinanza per delimitare l’attività venatoria

Mettere in sicurezza dall'attività venatoria un’area con una forte compresenza di ciclisti e pedoni, oltre che di animali e abitazioni, sull’intera zona dei Parchi Rurali del territorio comunale

Mettere ulteriormente in sicurezza un’area con una forte compresenza di ciclisti e pedoni, oltre che di animali e abitazioni, sull’intera zona dei Parchi Rurali del territorio comunale. Questo l’obiettivo dell’ordinanza contingibile e urgente emessa oggi dal Comune di Castelfranco Emilia, e dunque immediatamente attiva, su input diretto del Sindaco Giovanni Gargano. Scatta quindi questo nuovo dispositivo in base al quale la distanza minima da mantenere dalle strade durante le sessioni di attività si allargherà dagli attuali 50 metri a quota 150 metri, da entrambi i lati.

“Le norme sull’attività venatoria non sono di competenza comunale, ma un Sindaco può intervenire con un’ordinanza urgente, anche alla luce di specifiche segnalazioni, come nel nostro caso, laddove possano esserci potenziali pericoli per l’incolumità di persone o animali e anche a tutela delle cose, abitazioni in primis – ha dichiarato il Primo cittadino di Castelfranco Emilia Giovanni Gargano sottolineando che – non posso sottovalutare le svariate segnalazioni che sono giunte in questi giorni all’attenzione dell’Amministrazione. Fatte tutte le immediate, continuate e doverose verifiche, abbiamo deciso di intervenire con tempestività e buonsenso, triplicando di fatto la distanza di minima di sicurezza dalle strade alla quale dovranno attenersi d’ora in avanti i cacciatori. Il nostro, va ricordato, è un territorio veramente molto vasto, con un valore economico ed ambientale di assoluta rilevanza che ricopre un’area complessiva di oltre 104 km quadrati, per buona parte fatta di campi a destinazione agricola, con oltre 300 km di strade che caratterizzano la bellezza dei nostri Parchi Rurali e che collegano agevolmente i luoghi di interesse culturale, storico, artistico ed enogastronomico, dislocati su di esso, al Capoluogo ed alle singole frazioni. Pertanto – ha concluso Gargano - ho deciso di assumere questa decisione in chiave preventiva a tutela di tutto e di tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco Emilia, emessa un’ordinanza per delimitare l’attività venatoria

ModenaToday è in caricamento