Attualità Jacopo Barozzi / Viale Alessandro Tassoni

Arma dei Carabinieri, cerimonia ristretta per il 207° anniversario di fondazione

In viale Tassoni alle ore 10 il saluto delle Autorità e il tributo ai caduti

Ricorre oggi il 207° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Anche quest’anno le misure di contenimento della pandemia non hanno consentito di celebrare l’evento con la solennità del passato, ma si è preferita una cerimonia simbolica: quella nazionale si svolta all’interno della Caserma intitolata al Cap. De Tommaso, sede della Legione Allievi Carabinieri, alla quale ha preso parte un ridotto numero di Autorità.

Stessa decisione per Modena. dove i vertici dell'Arma Locale, a partire dal Comandantre Provinciale col. Marco Pucciatti, hanno ricevuto il Prefetto e altre autorità presso la caserma di viale Tassoni.

Il Prefetto e il Comandante hanno deposto una corona di fiori ai militari dell’Arma caduti in servizio, portandosi simbolicamente davanti al monumento dedicato al Carabiniere Medaglia d’Oro al Valore Militare Emanuele Messineo, caduto in servizio il 23 settembre 1974, a soli 25 anni, durante una rapina in banca a Maranello. A lui è intitolata la caserma di Viale Tassoni, già sede del Comando Provinciale e dal 2003 sede di una delle tre Stazioni Carabinieri del capoluogo modenese. Qui la deposizione della corona è avvenuta per mano di due carabinieri in grande uniforme della Compagnia di Modena.

Dopo il tradizionale omaggio ai caduti, la cerimonia è proseguita in modo più informale. Il Prefetto Camporota ha salutato e stretto la mano alla mamma del V.Brig. Tona Massimiliano, sottufficiale del Nucleo Radiomobile deceduto in servizio il 24 febbraio scorso a seguito di un incidente in moto lungo la Complanare Einaudi.

Numerosi sono stati i militari insigniti durante l’anno, perché distintisi in attività di servizio e a cui il Comandante della Legione Carabinieri Emilia-Romagna, Generale di Brigata Davide Angrisani, ha concesso la ricompensa dell’Encomio Semplice

In particolare:

  • giugno 2020, è stato encomiato l’operato di cinque militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Sassuolo perché “dando prova di elevata professionalità, lodevole spirito di sacrificio e non comuni doti investigative, conducevano complessa attività d’indagine nei confronti di un sodalizio criminale dedito alla commissione di rapine in danno di esercizi commerciali ed abitazioni, che si concludeva con l’arresto di quattro persone”.

Provincia di Modena, Padova, Caserta e Vicenza – aprile / ottobre 2019.

  • agosto 2020 è stata encomiata l’attività svolta da cinque militari della Compagnia di Carpi, perché evidenziando spiccato intuito investigativo ed elevata professionalità, a seguito di prolungate indagini riuscivano a disarticolare un sodalizio criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti, arrestando ben 12 persone, la denuncia a p.l. di altre quattro e il sequestro di sostanza stupefacente di diverso genere.

Carpi - ottobre 2018 / ottobre 2019.

  • agosto 2020 è stata encomiata l’attività svolta da sei militari della Compagnia di Carpi e della Stazione di Mirandola, perchè “dando prova di elevata professionalità e spiccato intuito investigativo, conducevano articolata indagine che in un brevissimo lasso di tempo, consentiva di individuare gli autori di una rapina in danno di una sala scommesse. L’operazione si concludeva con il fermo di quattro persone indiziate del delitto, il deferimento in s.l. di un quarto correo ed il recupero di parte della refurtiva”.

Mirandola e San Felice sul Panaro e Forlì – ottobre 2019.

  • Agosto 2020 è stata encomiata l’attività investigativa svolta da nove militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, del Nucleo Operativo della Compagnia di Pavullo nel Frignano e della Stazione di Zocca, perché “evidenziando elevata professionalità, alto senso del dovere e non comune intuito investigativo, partecipavano a complessa attività d’indagine che consentiva in breve tempo di identificare e sottoporre a fermo di indiziato di delitto l’autore di un efferato duplice omicidio”.

Modena a provincia – febbraio – marzo 2018

  • luglio 2020 è stato encomiato l’operato di due componenti dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sassuolo perché “evidenziando pronta iniziativa, ferma determinazione e generoso altruismo, intervenivano all’interno dell’abitazione di un uomo in preda a crisi depressiva che aveva messo in atto comportamenti autolesionistici, riuscendo a trarlo in salvo”.

Formigine - settembre 2019

  • febbraio 2021, è stato encomiato l’operato di un militare della Centrale Operativa della Compagnia di Modena perché “dando prova di un non comune spirito d’iniziativa ed elevata professionalità, appresa la notizia che un uomo aveva manifestato la volontà di togliersi la vita all’interno della sua abitazione, intraprendeva un paziente ed efficace colloquio telefonico con l’interessato, al termine del quale riusciva a farlo desistere dal commettere l’insano gesto, scongiurando così ben più gravi conseguenze”.

In Castelfranco Emilia - maggio 2020

  • febbraio 2021, è stato encomiato l’operato di cinque militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Carpi e della Stazione di Finale Emilia perché “evidenziando un alto senso del dovere, spiccata iniziativa e qualificata professionalità, conducevano un’articolate attività d’indagine che consentiva, in breve lasso di tempo, di individuare e trarre in arresto il responsabile di un tentato omicidio”.

Finale Emilia e Carpi – maggio 2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arma dei Carabinieri, cerimonia ristretta per il 207° anniversario di fondazione

ModenaToday è in caricamento