rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità Jacopo Barozzi / Viale Alessandro Tassoni

Cerimonia sobria per l'Arma dei Carabinieri: oggi ricorrono 206 anni dalla fondazione

Il ricordo dei caduti e ilsaluto del Prefetto ai militari che si sono distinti nelle ultime operazioni

Questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale hanno commemorato il 206° anniversario della fondazione dell’Arma. La tradizionale cerimonia che ogni anno si svolge presso la caserma di Viale Tassoni ha dovuto ovviamente rinunciare alla presenza del pubblico e delle autorità locali, così come ai militari schierati in formazione, ai gonfalonie  ai labari. Tutto si è svolto in un contesto di sobrietà, nel rispetto delle misure anti-covid.

La celebrazione ha avuto prologo la mattina, quando il Comandante Provinciale Marco Pucciatti ha accolto il Prefetto Faloni presso la sede del Comando in via Pico della Mirandola. Qui il prefetto ha incontrato gli 8 militari che recentemente si sono distinti in attività di servizio particolarmente meritorie e a 12 militari che sono rimasti feriti o contusi in attività di servizio per assicurare alla giustizia gli autori dei vari reati.

Alle dieci il colonnello Pucciatti ha fatto gli onori di casa anche presso la caserma di viale Tassoni. Il Prefetto e il Comandante hanno deposto una corona di fiori ai militari dell’Arma caduti in servizio, portandosi simbolicamente davanti al monumento dedicato al Carabiniere Medaglia
d’Oro al Valore Militare Emanuele Messineo, caduto in servizio il 23 settembre 1974, a soli 25 anni, durante una rapina in banca a Maranello. Qui la deposizione della corona è avvenuta per mano di due carabinieri in grande uniforme della Compagnia di Modena. A rafforzare l’emozione di quel momento solenne ha contribuito il trombettiere - un ragazzo di 14 anni - con il consueto silenzio d’ordinanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonia sobria per l'Arma dei Carabinieri: oggi ricorrono 206 anni dalla fondazione

ModenaToday è in caricamento