Indagini del sottosuolo, chiudono alcune aree del parcheggio ex Amcm

Da mercoledì 27 novembre, per cinque giorni chiusure a rotazione delle aree di sosta per consentire lavori fondamentali per definire gli interventi di riqualificazione

Da mercoledì 27 novembre nell’area dell’ex Amcm a Modena sarà necessario svolgere alcune indagini di dettaglio delle caratteristiche del sottosuolo, fondamentali per la definizione dei progetti degli interventi di riqualificazione in programma. Per questo motivo, per cinque giorni alcune zone del parcheggio a rotazione saranno chiuse alla sosta e sono previste modifiche nei percorsi di ingresso e uscita sia da via Sigonio che da via Peretti.

Si procederà a stralci per ridurre il disagio, la segnaletica è già stata posizionata e sono in distribuzione anche volantini informativi per indicare le aree dove di volta in volta sono previsti divieto di sosta e rimozione. Gli interventi verranno realizzati da mercoledì 27 a venerdì 29 novembre e poi lunedì 2 e martedì 3 dicembre.

Le indagini, rilievi con georadar e carotaggi, riguardano le caratteristiche geotecniche e ambientali del sottosuolo, allo scopo di pianificare in modo corretto le eventuali attività di bonifica, sulla base del Piano di caratterizzazione approvato da Arpae, e per sviluppare la progettazione strutturale dei nuovi interventi: prima di tutto, la palestra del liceo Sigonio e la riqualificazione delle piazze pedonali di fronte al Nuovo teatro delle Passioni (in costruzione all’ex Enel) e al Laboratorio aperto già attivo nell’edificio ex Aem; poi il parcheggio seminterrato da 240 posti, la riqualificazione dell’edificio ex Filofia e, in seguito, gli edifici residenziali.

Nel corso delle indagini del sottosuolo vengono realizzati rilievi approfonditi anche delle reti infrastrutturali presenti nell’area, al fine di gestire le possibili interferenze con le lavorazioni e di rendere più efficiente il sistema dei sottoservizi (acqua, luce, gas, fognature) dell'intero comparto.

Gli interventi sono realizzati, in accordo con il Comune di Modena, dal raggruppamento di imprese responsabile dell’intervento e composto da: Cmb, Consorzio stabile Coseam, Garc, Costruzioni Giovanni Neri, Aec Costruzioni, Politecnica, Arkè.

Nel primo giorno, mercoledì 27 novembre, il divieto di sosta riguarderà soprattutto una zona su lato di via Peretti; giovedì 28 l’area interessata sarà quella di fronte all’attuale Teatro delle Passioni; venerdì 29 novembre una porzione più piccola della stessa zona. Lunedì 2 dicembre i lavori saranno nell’area al centro del parcheggio, mentre martedì 3 in alcune zone più piccole vicino a via Sigonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento