menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sassuolo, si chiude il concordato preventivo per Sgp

“Eravamo pronti già ai primi di luglio ma abbiamo dovuto attendere le trafile burocratiche che, come spesso accade, non aiutano”. Con queste parole il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani annuncia la chiusura del Concordato in Continuità per Sassuolo Gestioni Patrimoniali (Sgp).

“Secondo il piano concordatario – chiarisce il Sindaco – il tutto avrebbe dovuto concludersi il 31 dicembre 2020 ma già in estate avevamo a disposizione la liquidità necessaria per pagare tutti coloro che sono inseriti nel patto concordatario. Dopo un po’ di attesa siamo comunque qui a chiudere il Concordato di Sgp con un mese e mezzo circa d’anticipo e questo grazie al lavoro di tutti i professionisti che hanno affiancato l’Amministrazione comunale in questo percorso ed al fatto che abbiamo le idee chiare su ciò che bisogna fare.
Ringrazio il professor Sido Bonfatti che è sempre stato presente ed ha fatto un grande lavoro in fase di attuazione del concordato, così come ringrazio tutti coloro che, a vario titolo, hanno lavorato per il raggiungimento dell’obiettivo finale: chiudere questa brutta pagina per la nostra città ed aprirne una nuova. Ora, infatti, si apre un nuovo capitolo, la fase para concordataria, che non ci spaventa affatto: la nostra intenzione è mettere la società nelle condizioni di poter camminare con le proprie gambe”.

Marcello Alonzo, Amministratore unico SGP, ha commentato: “Da parte mia non posso che sottoscrivere le parole del Sindaco e ringraziare, per il duro lavoro fatto, anche le risorse interne di SGP e l’Avvocato Ruini qui presente per l’ottimo risultato raggiunto; da domani ci metteremo tutti al lavoro per predisporre un piano industriale della società che, oltre a garantire un equilibrio economico e patrimoniale della stessa, eroghi, in modo efficiente ed efficace, i servizi per i quali la società è stata costituita. A questo fine tutte le aree aziendali di SGP stanno lavorando in maniera coordinata e mirata sui diversi progetti che la società, in accordo con il suo azionista, deve portare a termine.

Ha aggiunto l'avv. Davide Ruini: “A seguito dell’integrale soddisfacimento dei crediti concordatari e con il parere favorevole del Commissario Giudiziale, la settimana scorsa siamo riusciti finalmente a depositare presso il Tribunale di Modena l’istanza di emissione del decreto di chiusura della procedura di concordato preventivo in continuità aziendale che vede coinvolta SGP ormai dal 2013.
Il piano concordatario omologato dal Tribunale nel 2015 prevedeva, oltre al soddisfacimento integrale dei creditori privilegiati, il pagamento integrale anche dei chirografari. Ebbene, nonostante le molteplici difficoltà incontrate nel corso degli anni e l’arrivo di una pandemia, SGP con il fondamentale sostegno del Comune è riuscita a rispettare i termini concordatari ed eseguire completamente il piano proposto. Oltre all’importante lavoro del Commissario Giudiziale, giustamente sottolineato dal Sindaco, vorrei riconoscere anche la preziosa collaborazione dell’Avv. Sandra Vecchi, incaricata del difficile ruolo di Liquidatore Giudiziale. Il costruttivo e rispettoso confronto con gli organi della procedura ha senza dubbio facilitato il lavoro del sottoscritto. Infine, il ringraziamento più sentito vorrei rivolgerlo al Sindaco Menani ed all’Amministratore di SGP, Marcello Alonzo oltre che per la fiducia, anche per la loro costante presenza e competenza.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento