Unimore, laboratorio con NVIDIA per promuovere la ricerca sull'intelligenza artificiale

Il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica il CINI firma un accordo con NVIDIA, l’azienda leader mondiale in AI Computing. Modena si apre il primo polo italiano che permetterà ai ricercatori di avere accesso alle più recenti tecnologie per lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale

Il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica - CINI, attraverso il Laboratorio Nazionale di Artificial Intelligence and Intelligent Systems, ha firmato un accordo con NVIDIA, l’azienda leader mondiale in AI Computing, per accelerare la ricerca Italiana in Intelligenza artificiale e la adozione di soluzioni AI in Italia.

Il consorzio CINI – dichiara il Presidente del CINI prof. Ernesto Damiani - con i suoi Laboratori nazionali e, in particolare, con il Laboratorio Nazionale CINI-AIIS costituisce oggi un punto di eccellenza di livello europeo, che permette alla comunità italiana della ricerca in Intelligenza Artificiale di collaborare con i principali attori industriali del settore”.

La nuova collaborazione permetterà ai ricercatori di tutta Italia, sono più di 1000 quelli afferenti al Lab CINI-AIIS, di avere accesso alle più recenti tecnologie per lo sviluppo di Intelligenza Artificiale, di supportare la formazione di studenti in AI e la nascente comunità di Start-up AI italiane.

Nell'ambito della collaborazione, il primo polo italiano di NVIDIA AI Technology Center - NVAITC sarà aperto a Modena e con sede presso l'AImageLab del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” e dell’AI Research and Innovation Center di Unimore nonché Nodo del Laboratorio Nazionale AIIS CINI.

In occasione dell'apertura del centro, giovedì 16 gennaio 2020 presso l'Aula Eventi del Tecnopolo di Modena (via Vivarelli, 2) alle 14.30 si terrà la cerimonia di inaugurazione con i saluti del Magnifico Rettore Prof. Carlo Adolfo Porro, e dell’Assessore Regionale Palma Costi. Alla cerimonia interverranno Frederic Pariente, NVIDIA AI Technology Center – NVAITC Manager, EMEA e il prof. Ernesto Damiani Presidente del CINI.

Seguirà alle ore 17.00 una tavola Rotonda su “AI Future Italy” con le voci di grandi aziende internazionali che già investono in AI, di start-up, delle istituzioni e del centro del CINECA di HPC.

"Per sviluppare con successo l'AI  di oggi e del futuro è necessario investire in ricerca e tecnologia di livello mondiale -  ha spiegato la prof.ssa Rita Cucchiara, Direttore del Laboratorio Nazionale CINI AIIS e responsabile del NVAITC Unimore - Poter usufruire dell’esperienza di NVIDIA aiuterà certamente a mantenere l’Italia nella posizione di eccellenza a livello mondiale nella formazione, nella ricerca e nel trasferimento tecnologico alle industrie Italiane. Sono molte quelle che vogliono investire in AI; per questo sono felice che aziende internazionali di grande respiro come Tetrapack, Yoox e Net-a-Porter già collaborino con noi e portino la loro testimonianza nel panel del pomeriggio”.

Siamo orgogliosi che NVIDIA – afferma il Rettore di Unimore prof. Carlo Adolfo Porroabbia scelto di investire in Italia, ove un ruolo di coordinamento fondamentale a livello di ricerca è svolto tramite il CINI, e in particolare a Modena: qui infatti sono già in atto collaborazioni importanti con NVIDIA e con i centri di supercomputing per l’addestramento di reti di deep learning, come ad esempio il CINECA”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

                                                          

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento