Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Sanità pubblica, il personale non vaccinato rischia l'idoneità

Una circolare regionale alle Ausl invita ad un reclutamento totale per le vaccinazioni anti-covid, in attesa di una norma del governo ce potrebbe arrivare già oggi

Aspettando la norma del Governo, l'Emilia-Romagna sollecita alle proprie Aziende sanitarie la vaccinazione del personale si occupa dei pazienti più a rischio: in caso contrario, puo' scattare l'inidoneità lavorativa per quella mansione. 

"Siamo assolutamente convinti- afferma l'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini- della necessità della vaccinazione del personale sanitario contro il Covid e, proprio per questo, abbiamo ribadito con una circolare un provvedimento che in Emilia-Romagna esiste già dal 2018, applicato in tutte le aziende sanitarie per la protezione dalle patologie più gravi trasmesse per via ematica e aerea che si possano prevenire col vaccino". 

Chi è "più esposto a contrarre l'infezione e a diventare veicolo di contagio, insomma, utilizzi l'arma più forte per proteggere sè e gli altri: il vaccino", è la sollecitazione di Donini. Per queste ragioni "accogliamo con favore la determinazione del Governo di intervenire in tal senso".

(DIRE)

Coronavirus, 1.490 nuovi positivi (4,7%) in regione. Pochi casi a Modena

VIDEO | Vaccini. Borsari: "Grazie alle nuove dosi si anticipano le vaccinazioni agli over 80"

Più di 94mila i modenesi vaccinati, oltre metà con ciclo completo. I dati aggiornati

VIDEO | Ripartono i vaccini con Astrazeneca, una serata al centro vaccinale di Modena

Cosa si può fare e non fare a Pasqua e Pasquetta 2021: le regole fino al 6 aprile

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità pubblica, il personale non vaccinato rischia l'idoneità

ModenaToday è in caricamento