rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Attualità

Natale e horror? "Claus" il racconto breve di Vincenzo Malara nella top ten di Amazon

E' già rientrato nella top ten di Amazon il racconto breve di Vincenzo Malara ambientato in un classico clima natalizio ma dai personaggi ed intrecci horror

E' uscito da pochi giorni ma ha già riscosso ampio successo sul web il racconto breve in stile horror di Vincenzo Malara rientrato nella top ten di Amazon, e ambientato in un clima natalizio alquanto estraneo alla paura, ma come in una perfetta costruzione poetica di ossimori e assonante, anche l'horror può avere spazio in questo periodo dell'anno.

La Trama

E’ il 20 dicembre quando i genitori di Gioele e Beatrice scendono nella cantina per nascondersi con il loro segreto. “Non abbiate paura, torneremo presto e passeremo insieme le feste più belle di sempre”, la raccomandazione di papà Sergio e mamma Simona. I due bambini obbediscono e convinti si tratti di un gioco, trascorrono i giorni che precedono il Natale aspettando con trepidazione il ritorno della loro famiglia. Intanto sotto l’albero addobbato a festa i regali aumentano come per magia e nel camino il fuoco arde incessantemente come se una presenza invisibile lo sfamasse di legna ogni notte. Sembra tutto perfetto: fuori la neve sommerge la città ma qualcosa, all’improvviso, inizia a bussare da dietro la porta della cantina…

Vincenzo torni a scrivere di horror, cosa ti appassiona di questo genere?

Mi riaffaccio a questo genere perché è una mia passione sin da quando ero bambino. Non so spiegarti cosa mi attrae. Posso sicuramente dirti che non sono un amante di splatter e situazioni sanguinolente. L’horror che preferisco è quello che sa creare atmosfera, che suggerisce ma non mostra, che indaga sul lato oscuro che può celarsi dentro una persona apparentemente quieta. In Claus ci sono un po’ tutti questi elementi e solo nella parte finale c’è una strizzata d’occhio agli amanti del 'momento forte’.

Ma horror e Natale in che modo possono stare insieme?

Mi ha sempre affascinato l’idea di rileggere una festa, dove a trionfare sono i buoni sentimenti, in una chiave più inquietante e spiazzante. L’atmosfera natalizia è magica, ma è stato bello  immaginare una storia che ne sconvolgesse i canoni. Ci sono le luci sfavillanti e i regali sotto l'albero, certo, ma se tutto questo diventasse preludio a una scoperta sconvolgente? Ecco in 'Claus' accade proprio questo ...

Quando hai scoperto che eri nella top ten di Amazon cosa hai pensato?

Non me l’aspettavo, anche perché ‘Claus’ è un semplice racconto rimasto nel cassetto per lungo tempo, che non aveva nessuna pretesa. Un po’ per gioco mi sono detto ‘perché non pubblicarlo e vedere che reazioni incontra’? L’ho fatto e ritrovarmi lo stesso giorno di pubblicazione al secondo posto nel genere ‘Horror per bambini’ su Amazon mi ha spiazzato positivamente. Questo significa che c’è un target di pubblico ‘affamato’ di storie, diciamo, diverse e sono altrettanto convinto che anche i più piccoli possono approcciarsi a questo genere se raccontato senza oltrepassare il limite. Un sano brivido è un'emozione adatta a tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale e horror? "Claus" il racconto breve di Vincenzo Malara nella top ten di Amazon

ModenaToday è in caricamento