Ordinanza anticontagio, confermati i mercati nei comuni modenesi

I comuni che vedono il proprio mercato settimanale nelle prossime ore hanno adottato le misure necessarie a rispettare l'ordinanza regionale e limitare gli assembramenti

I Comuni modenesi sciolgono i dubbi sulle aprrture dei mercati ambulanti, dopo che l'Ordinanza Regionale approvata ieri ha limitato questo tipo di manifestazioni all'approvazione di misure più rigide per evitare la creazione di assembramenti. I prossimi mercati sono confermati.

Il mercato in piazza dei Martiri a Carpi si continuerà a fare: l'Amministrazione comunale infatti ha predisposto le misure e le modalità che l'ordinanza regionale richiede da domani, sabato 14, per poter derogare al divieto (niente mercati in area pubblica o privata, a meno che appunto non vi siano Piani dei Comuni che prevedano regole specifiche).

In particolare, un'ordinanza firmata oggi dal Sindaco Bellelli prevede che tutta l'area mercatale sarà perimetrata, e avrà i prescritti due varchi distinti: entrambi sul lato nord della piazza (duomo), uno d'ingresso (verso corso Fanti) e uno di uscita (verso corso Cabassi); tali varchi saranno presidiati da personale incaricato, così come personale addetto sorveglierà fra le bancarelle il rispetto delle regole di distanziamento e sicurezza (mascherina).

Lo stesso provvedimento sindacale consente domani anche il regolare svolgimento del mercato alimentare in via Ugo da Carpi. Viene invece sospeso il “mercato del contadino” nell'ex-foro boario, sia domani sia martedì 17, in attesa di predisporre misure che consentano di riprenderlo, sempre nel rispetto della ordinanza firmata ieri dal Presidente della Regione.

Anche da Sassuolo arriva la conferma dei mercati, sia quello “contadino” del sabato che quelli settimanali del martedì e del venerdì, con la perimetrazione delle aree, entrate ed uscite separate, controlli agli ingressi che saranno contingentati grazie alla collaborazione dei Volontari.

Il Ministero sottoscrive l'ordinanza dell'Emilia-Romagna. Il testo completo 

Scelta diversa invece per Mirandola: resta confermato il mercato settimanale del sabato che si tiene in piazza Costituente a Mirandola, seppur in forma ridotta. Domani 14 novembre saranno presenti gli operatori ambulanti di generi alimentari e prodotti ortofrutticoli. “Nel caso di mercati di notevoli dimensioni (con la presenza di oltre100 banchi), come quello appunto di Mirandola – spiega l’Assessore al Commercio ed al Centro storico del Comune di Mirandola Fabrizio Gandolfi – l’allestimento di un unico varco comporta inevitabilmente il verificarsi di assembramenti per cui non è possibile dare attuazione a questa norma regionale per come è stata scritta. 

Si è quindi convenuto di disporre il mercato – da domani 14 novembre fino al 3 dicembre 2020 - in tre aree: piazza Marconi, piazza Costituente lato est (area chiesa della Madonnina) e via Tabacchi. Tutte le aree saranno perimetrate e dotate ognuna di un varco per l’entrata distinto da quello di uscita. A ciascun varco sarà posto un sorvegliante grazie alla collaborazione fornita dalle Associazioni di Volontariato.  Nell’occasione piazza Costituente e piazza Castello saranno aperte al traffico veicolare e il pubblico potrà parcheggiare per fare la spesa.

Il Comune di Soliera si attiva per continuare a consentire lo svolgimento in sicurezza dei mercati settimanali (quelli del martedì e del sabato, ma anche il mercato contadino del venerdì mattina) che costituiscono un punto di riferimento preziosissimo per la vita sociale ed economica del paese. A partire da domani - sabato 14 novembre, dalle 8 alle 13 - il mercato viene quindi confermato con tutte le tipologie merceologiche, non solo quelle alimentari. Per permetterne lo svolgimento, l'area interessata sarà opportunamente perimetrata e transennata, con un solo ingresso (e una sola uscita, distinta) presidiata da steward che misureranno la temperatura e verificheranno i requisiti di sicurezza, come l'obbligo di indossare la mascherina e il ricorso al gel disinfettante per le mani. L'invito ai cittadini è di portare il proprio contributo al rispetto delle ultime disposizioni nazionali e regionali, compreso l'opportuno distanziamento fra le persone.

Anche a Maranello è previsto il regolare svolgimento delle attività all’aperto già a partire da lunedì 16 novembre, con il mercato in Piazza Toscanini a Pozza, garantendo così agli ambulanti di continuare a lavorare. L’amministrazione comunale sta inoltre predisponendo un piano apposito per il mercato del mercoledì a Maranello, che coinvolge un’area più estesa (la centrale Piazza Libertà e Via Stradi) e un maggiore numero di banchi. Un documento su cui il Comune sta lavorando e che sarà operativo entro le prossime quarantotto ore, in tempo per lo svolgimento del mercato del capoluogo nella giornata di mercoledì 18 novembre. Il piano prevede per tutti i mercati all’aperto sul territorio (lunedì a Pozza, mercoledì a Maranello, venerdì a Gorzano) l’adozione delle misure di sicurezza previste dalla Regione, come la perimetrazione delle aree con apposite transenne, la presenza di varchi di accesso separati da quelli di uscita, la presenza di personale di sorveglianza che verifichi l’opportuno distanziamento tra chi frequenta il mercato.

Lunedì 16 novembre si svolgerà regolarmente il mercato anche a San Felice sul Panaro. Il Comune ha infatti adottato tutte le misure previste dall’ordinanza regionale dello scorso 12 novembre che entrerà in vigore sabato 14 novembre. La prosecuzione del mercato in forma completa, dipenderà però dal comportamento dei cittadini e dal rispetto delle indicazioni che saranno impartite dagli assistenti civici addetti alla sua vigilanza. I frequentatori del mercato dovranno obbligatoriamente indossare tutti la mascherina, osservare il divieto di assembramento e rispettare le note norme igienico – sanitarie. Sulla base delle relazioni che giungeranno in Comune, effettuate dal personale addetto alla gestione del mercato, l’Amministrazione comunale valuterà se mantenerlo in forma completa o ridurlo al solo alimentare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento