menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, chiude un asilo a Pavullo. Ancora contagi a Modena e Sassuolo

Sono 52 i bambini e 8 gli opertatori la cui attività è stata sospesa al “Villa Prediera” di Pavullo

Sono stati riscontrati nuovi casi di positività al Covid-19 relative a persone che hanno frequentato istituti scolastici della provincia di Modena. Si tratta, in particolare, della scuola secondaria di primo grado “Marconi” e dell’Istituto Tecnico “Selmi” di Modena, del Liceo linguistico “Formiggini” di Sassuolo e della Scuola d’infanzia “Villa Prediera” di Pavullo.  

Gli studenti e gli operatori scolastici delle classi interessate saranno sottoposti a tampone: in ragione di quanto emerso dall’indagine epidemiologica e delle recenti indicazioni regionali non è stato disposto l’isolamento per gli studenti degli istituti “Formiggini” di Sassuolo, “Selmi” e “Marconi” di Modena, ma la Sanità pubblica, in via di massima precauzione, ha disposto l’utilizzo della mascherina anche al banco e per tutto il periodo della sorveglianza sanitaria.

Si rende invece necessario un periodo di isolamento domiciliare per gli 8 operatori scolastici e i 52 bambini di tutte le sezioni della scuola d’infanzia “Villa Prediera” di Pavullo. In tal senso il Comune ha disposto la chiusura dell’Istituto con apposita ordinanza. Già nella giornata di domani operatori e bambini saranno sottoposti a tampone rino-faringeo, che sarà ripetuto prima della fine del periodo di isolamento. 

VIDEO | Il punto sui contagi nelle scuole modenesi

“Per quanto la situazione meriti grande attenzione, abbiamo apprezzato il sollecito intervento dell’Azienda USL tramite il Dipartimento di Sanità Pubblica e il Distretto di Pavullo – dichiara il Sindaco di Pavullo, Luciano Biolchini – che hanno predisposto una comunicazione diretta a tutti i genitori con le informazioni necessarie alla comprensione delle procedure in corso”. 

“Il caso è stato intercettato – aggiunge Carlo Serantoni, Direttore del Distretto -  grazie all’attività di screening che l’AUSL compie sui cittadini che sono venuti a contatto con pazienti risultati positivi al coronavirus. Le disposizioni di isolamento domiciliare dei bambini e degli operatori e la chiusura dell’Istituto sono improntate alla normativa vigente e alla massima cautela, doverosa in un periodo di innalzamento dei contagi. Quindi, massima attenzione, ma soprattutto sicurezza grazie all’attività di presa in carico volta a circoscrivere il fenomeno”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia. A Modena circolazione sospesa lungo il percorso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento