Alberi e rami pericolanti, continuano i controlli a Carpi

Squadre di tecnici impenate nei sopralluoghi in parchi, aiuole sparti-traffico e aree scolastiche. Previste verifiche anche per la giornata di domani

Sono continuati per tutta la giornata odierna, e proseguiranno anche domani, mercoledì 26, i controlli dei tecnici comunali, e delle imprese incaricate, sulle alberature del verde pubblico, in particolare nei parchi, per verificare eventuali situazioni di pericolo dopo il temporale di domenica sera.

L'Amministrazione comunale rinnova la raccomandazione di non frequentare le aree verdi finché non sia completato il controllo, e invita i cittadini a segnalare eventuali situazioni di potenziale pericolo, per favorire e accelerare interventi mirati.

In mattinata, come annunciato, è stata chiusa qualche ora via Ugo da Carpi, all'incrocio con le vie Lenin e Marx, per mettere in sicurezza alcune piante: nello stesso incrocio sarà ripristinato nei prossimi giorni il semaforo travolto da grosso ramo abbattuto dal forte vento.

Il lavoro delle squadre è stato diviso per settori d'intervento: chi sui parchi, chi sulle aiuole sparti-traffico, chi nelle aree scolastiche, considerato che la settimana prossima – giovedì 3 settembre – riaprono “nidi” e materne.

Riguardo i danni, l'Amministrazione precisa che la cifra di 50mila euro è il costo preventivato per gli interventi complessivi di ripristino, ma purtroppo il danno vero e proprio si stima sarà maggiore. Non meno grave, anche se non quantificabile in denaro, il danno ambientale, perché vengono meno i benefici delle piante cadute, calcolati secondo specifici fattori legati alla posizione e alla specie.

AIMAG ha proseguito l'intervento straordinario di pulizia delle sedi stradali – con priorità alle piste ciclabili – dove si era accumulato uno strato di fogliame e rametti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento