Coronavirus: Anicav dona 100mila euro per attrezzature mediche e materiale sanitario in Emilia-Romagna e Campania

l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali dona 100.000 euro a Regione Campania e Regione Emilia Romagna per l’acquisto di attrezzature mediche. Stefano Bonaccini: “Davvero grazie per questo gesto di generosità e responsabilità sociale"

ANICAV, l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali, in rappresentanza degli industriali conservieri ad essa associati, ha stanziato la somma di 100.000 euro da destinare all’acquisto di attrezzature mediche e materiale sanitario destinata a Regione Campania e a Regione Emilia Romagna.

L’ Associazione di categoria di Confindustria,  rappresenta le aziende private che operano nel settore della trasformazione e della conservazione dei prodotti vegetali e, in particolare, del pomodoro.

L’Emilia Romagna e la Campania sono le regioni di riferimento in Italia per l’industria della trasformazione del pomodoro con la maggiore concentrazione di stabilimenti produttivi. 

Non si è fatto attendere il ringraziamento del Presidente della nostra regione Stefano Bonaccini.

“Ringraziamo gli industriali conservieri associati dell’Anicav- sottolinea il presidente - perché in un momento di difficoltà per le persone e le nostre comunità, così come per il mondo delle imprese, hanno deciso di lasciare spazio alla generosità e alla responsabilità sociale. E’ un gesto importante, concreto, di vicinanza ai malati e al personale del nostro servizio sanitario, impegnato in modo straordinario e da giorni in prima linea”.

Chi è Anicav?

L’ANICAV, Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali, nata a Napoli il 5 febbraio 1945, è la più grande associazione di rappresentanza delle imprese di trasformazione di pomodoro al mondo per numero di imprese aderenti e quantità di prodotto trasformato. Essa associa 80 aziende su 110 operanti sul territorio nazionale che trasformano circa il 70% di tutto il pomodoro lavorato in Italia e la quasi totalità del pomodoro pelato intero prodotto nel mondo, con un fatturato, nel 2019, di 2,5 miliardi di euro (pari ad oltre il 75% del fatturato totale del comparto italiano della trasformazione del pomodoro). Circa il 60% delle produzioni è destinato all’esportazione sia verso l’Europa (Germania, Francia, Regno Unito) che verso gli altri Paesi (USA, Giappone, Australia) facendo del pomodoro un ambasciatore dell’eccellenza del made in Italy nel mondo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Scuole, contagi in altre 21 classi. Cinque finiscono in isolamento

  • A Modena 100 nuovi contagi. Decedute due anziane in città

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento