Attualità

Coronavirus: Emil Banca scende in campo per potenziare le terapie intensive in regione

Emil banca al fianco degli ospedali della Regione con una donazione da 500 mila euro che aiuterà a potenziare le terapie intensive.Il direttore generale Ravaglia “vogliamo essere vicini al territorio e alle comunità, in questo momento di difficoltà dobbiamo tutti moltiplicare gli sforzi”

C’è anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena tra i beneficiari della donazione di 500 mila euro effettuata ieri da Emil Banca agli ospedali di cinque province della regione in cui la banca è presente.

“Essere vicini al territorio e alle comunità di cui facciamo parte è per noi una consuetudine, oltre che una missione statutaria - dichiara il direttore generale di Emil Banca Daniele Ravaglia - In un momento di difficoltà come questo dobbiamo tutti moltiplicare gli sforzi per superare questa emergenza senza lasciare indietro nessuno, negli ospedali così come nel tessuto economico regionale”

 I 29 comitati soci di Emil Banca, organismi composti da soci volontari che agiscono sul territorio per garantire un collegamento più diretto ed efficace tra la banca e le proprie comunità di riferimento e che ogni anno gestiscono in autonomia un budget assegnato dal cda di Emil Banca, hanno deciso di devolvere ingenti somme delle risorse a loro disposizione per dare una mano al servizio sanitario regionale impegnato nella dura battaglia contro il virus.

Emil Banca ha più che raddoppiato la cifra messa a disposizione dai comitati, raggiungendo la somma complessiva di 500 mila euro che sarà utilizzata per potenziare le terapie intensive degli ospedali di Modena, Bologna, Parma, Ferrara e Reggio Emilia.

 “Vogliamo ringraziare la sensibilità dimostrata da Emil Banca e dai suoi comitati soci nei confronti del servizio sanitario regionale e della nostra azienda in particolare - afferma il direttore amministrativo dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena Lorenzo Broccoli - Utilizzeremo questi fondi per potenziare le nostre terapie intensive che sono impegnate nel gestire l’emergenza. Quando l’emergenza sarà passata, organizzeremo un evento pubblico di ringraziamento per tutti coloro che ci hanno aiutato”.

La donazione più cospicua è stata effettuata alla Fondazione Sant’Orsola di Bologna, destinataria di 230 mila euro versati nel Fondo Più Forti Insieme. Gli altri 270 mila euro sono stati divisi tra l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, l’Usl-Irccs di Reggio Emilia, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Anticovid 19 e l’Azienda Usl di Ferrara.

“Sono molto grato a Emil Banca e ai suoi comitati soci per il generoso contributo che hanno voluto devolvere a favore delle strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna, per potenziare le terapie intensive – commenta il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini - Grazie davvero, a nome  di tutta la Giunta regionale e penso di poter dire di tutti i cittadini emiliano-romagnoli, per questa dimostrazione di vicinanza e sostegno in uno dei momenti più difficili che la nostra regione e il nostro Paese stanno affrontando. È un’ulteriore testimonianza di come la nostra comunità sta rispondendo a questa emergenza, con altissimo senso civico e di solidarietà”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: Emil Banca scende in campo per potenziare le terapie intensive in regione

ModenaToday è in caricamento