rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità Sassuolo

Sassuolo, boom di infrazioni registrate dalla Polizia Locale: +28% in un anno

L'Amministrazione sassolese trae un bilancio dell'anno appena concluso, dove è entrata in servizio la pattuglia serale/notturna

357 sinistri rilevati, 11.697 sanzioni comminate, 61 persone deferite all’Autorità Giudiziaria: sono questi alcuni dei dati salienti del bilancio 2022 dell’attività della Polizia Locale di Sassuolo.

Una moltitudine di azioni hanno interessato l’operato del Comando sul territorio Sassolese. I dati contenuti nei Reports possono considerarsi come una chiave di lettura per la complessità delle funzioni svolte dalla Polizia Locale, ma non esauriscono la comprensione dell’attività degli agenti, che quotidianamente, in fase ordinaria e altrettanto in quella straordinaria sono chiamati a svolgere compiti a garanzia dell’ordinata e civile convivenza dell’intera comunità.

Tra le attività che caratterizzano l’operato della polizia locale, rientra a pieno titolo la viabilità ed il controllo nei pressi degli istituti scolastici. Quotidianamente tale attività ha richiesto l’impiego di 17 agenti per un totale di 61 ore settimanali, per complessive 12.505 ore. In aggiunta ai plessi scolastici vigilati negli anni precedenti, nel 2022 una pattuglia è stata impiegata nei servizi di viabilità presso il Polo Scolastico di Via Nievo, al fine di agevolare la veloce immissione dei mezzi pubblici sulla circonvallazione e la decongestione del traffico veicolare presente al termine delle lezioni.

Dopo lo stop dovuto alla pandemia, nel 2022 la Polizia Locale ha ripreso l’insegnamento dell’educazione stradale nelle scuole. Sono state organizzate 15 uscite didattiche pari 45 h di lezioni sul “campo”. In particolare, nel mese di maggio si è provveduto ad allestire nel parco Albero D’oro un vero e proprio campo scuola, con strutture che riproducono una città in miniatura. 
In qualità di pedone e di ciclista, i ragazzi si sono messi alla prova percorrendo alcuni circuiti creati a “doc”. Tale attività rappresenta un’opportunità di apprendimento, che si sviluppa attraverso esercitazioni finalizzate sia alla conoscenza delle norme del Codice della Strada, che alla loro messa in pratica. Formare gli uomini e le donne del domani, resta un obiettivo di cruciale importanza, fondamentale processo educativo che non poteva e non doveva interrompersi a causa del fenomeno pandemico.

Il Reparto di pronto intervento ed infortunistica stradale ha rilevato 357 sinistri stradali: 131 con feriti, 224 con soli danni alle cose e 2 con esito mortale. In tema di incidenti stradali ci sentiamo di condividere appieno le preoccupazioni palesate dal Presidente della Repubblica durante il consueto discorso di fine anno: ci sono troppi  sinistri stradali, e troppi causati da distrazioni e guide in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.  Rapportato con gli anni precedenti, il dato della sinistrosità stradale risulta particolarmente allarmante poiché registra un incremento significativo pari al 30,29%.
Nel 2022 sono state contestate 28 guide in stato di ebbrezza e 4 sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Di fondamentale importanza è il lavoro svolto dalla polizia di prossimità. Gli 8 addetti incardinati in tale settore, operano a “stretto contatto” con il quartiere nel quale sono assegnati, facendosi carico delle innumerevoli istanze e problematiche del territorio.  Le segnalazioni raccolte, sia direttamente che tramite l’app “Comunichiamo”, nell’ultimo anno sono state 5372. La vigilanza è rimasta costante anche nei parchi con 891 controlli. 

Altro capitolo è quello delle violazioni del codice della strada accertate nel 2022, che hanno riportato un aumento quasi del 28,86% rispetto al 2021 (11.697 nel 2022 – 9077 nel 2021).  Tale dato però va letto in un’ottica più ad ampio raggio, poiché occorre tenere presente che grazie anche all’introduzione della terza pattuglia in orario serale/notturno, il numero dei controlli in strada è aumentato rispetto all’anno precedente.

La realizzazione della “nuova” Piazza Martiri Partigiani, la sua variata viabilità ha richiesto a tutti gli operatori un impegno maggiore sia nel controllo degli stalli di sosta e dell’area pedonale che nella gestione dei mercati settimanali. Con il termine dell’emergenza sanitaria e la ripresa delle attività economiche e commerciali, sono ripartiti anche controlli nei confronti dei pubblici esercizi e del commercio in sede fissa ed ambulante, sia in autonomia che con la collaborazione del personale INPS e dell’ispettorato del lavoro.  La polizia annonaria ha effettuato  354 accertamenti, riscontrando  91 irregolarità in totale.  Il nucleo ha operato anche con servizi in borghese finalizzati al contrasto della vendita di alcolici nei confronti di minori che ha portato alla contestazione di n. 4 violazioni sia a carattere amministrativo che penale.

Nel 2022 è stato portato a termine il progetto in essere con il Ministero dell’Interno coordinato dalla Prefettura di Modena, finalizzato al contrasto di fenomeni legati allo spaccio ed all’uso di sostanze stupefacenti, negli istituti superiori. I plessi scolastici interessati dai controlli sono stati 9 ed  8 i rinvenimenti di stupefacente posto sotto sequestro.  Nel mese di giugno si è proceduto all’acquisto di narcotest e di nuova strumentazione che è stata assegnata alla polizia giudiziaria per il contrasto dello “spaccio” di sostanze stupefacenti.  N. 14 sono stati i servizi di ordine pubblico effettuati in ausilio e collaborazione con le altre forze dell’ordine, dei quali 7  finalizzati al contrasto dell’attività di spaccio sul territorio Comunale.  L’unità cinofila specializzata nel rintraccio di stupefacente, ha lavorato anche con le diverse forze di polizia per un totale di 36 servizi, rinvenendo sostanze stupefacenti in 10 occasioni. La polizia giudiziaria ha poi deferito all’A.G. 61 persone per vari titoli di reato, ha effettuato 4 arresti per spaccio di sostanze stupefacenti e proceduto a 37 fotosegnalamenti. 

A gennaio, in seguito a gara europea, è variato il gestore dell’impianto di videosorveglianza e si sta procedendo alla sostituzione delle telecamere non funzionanti o obsolete (allo stato attuale 15 sostituzioni).

“I dati contenuti nei vari Reports confermano la funzione e il ruolo che il Corpo di Polizia Locale ha per la comunità – dichiara il Comandante della Polizia Locale Rossana Prandi – Come gli anni scorsi, presentiamo le risultanze statistiche relative all’attività istituzionale svolta dal Corpo di Polizia Locale nel 2022, anno che consideriamo come ripartenza dopo l’avvento della pandemia da COVID 19 che ha cambiato il contesto sociale in cui viviamo e che ci ha portato a fronteggiare un sentimento di insicurezza dai contorni difficili da perimetrare. Le politiche locali per la sicurezza si sono tradotte in nuove forme di organizzazione e di declinazione del servizio di Polizia Locale di Sassuolo. Divulghiamo quanto si è realizzato, con l’obiettivo di fornire uno strumento utile a garantire trasparenza e a favorire la collaborazione fra chi offre un servizio e chi ne beneficia. Colgo l’occasione per ringraziare il personale della Polizia Locale per l’attività svolta a servizio della nostra comunità e chiedo loro di continuare, con impegno, sensibilità e spirito di servizio, valori che contraddistinguono e devono continuare a contraddistinguere questo Comando”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo, boom di infrazioni registrate dalla Polizia Locale: +28% in un anno

ModenaToday è in caricamento