Sex workers e recensioni online, il Covid non scoraggia i clienti

Attraverso il principale portale nazionale di recensioni di escort, osserviamo alcuni dati relativi al sesso a pagamento nel nostro territorio. Lo scorso mese recensite circa 400 professioniste in provincia, un terzo in più rispetto ad un anno fa

Come sta reagendo il mercato del sesso a pagamento all'epidemia? Questo particolare settore, difficile da inquadrare e sempre sul filo della legalità, ha sicuramente subito un importante contraccolpo nei mesi del lockdown, ma per le professioniste del sesso le cose ora sembano andare meglio. Uno spaccato (seppur limitato) di questa realtà controversa arriva da Escort Advisor, il principale sito web di recensioni di escort, che ha rilevato un importante incremento dell'attività dei suoi frequentatori: basti pensare che lunedì 12 ottobre scorso è stato raggiunto il record di sempre di visitatori al sito e di recensioni ricevute.

Escort Advisor, va precisato, è un sito di recensioni e non di annunci: se una escort si pubblicizza su una bacheca di annunci online su uno dei tanti siti del genere, poi può ricevere una recensione su Escort Advisor. Nel mese di settembre quasi il 70% delle escort attive online a Modena, su qualsiasi sito, aveva anche una recensione su questo portale.

I numeri modenesi testimoniano la crescita sia della curiosità dei potenziali clienti, sia dell'attività di quelli già abituati a fornire le loro recensioni. Nel settembre di quest'anno le visite da Modena sono aumentate del 17% rispetto allo scorso anno e le recensioni addirittura del 31%.

A fronte di questo, tuttavia, la presenza media di escort  in provincia è calata del 3%: a settembre hanno operato mediamente sul territorio circa 405 escort. "La minor disponibilità di escort attive questa estate può avere diverse cause – spiega Mike Morra , CEO di Escort Advisor – Prima di tutto è ridotto il numero di escort di origine straniera che attualmente trovano difficoltà negli spostamenti dai Paesi di origine (Russia, Asia, Sud America, Romania, ecc ecc). Oltre a questo anche la volontà di ricevere meno clienti o di non ricominciare a lavorare a pieno ritmo, per maggiore cautela di utenti e professioniste, influisce sul numero di professioniste in attività".

I prezzi - che gli stessi utenti riportano nelle loro recensioni - hanno subito nella media un calo importante: a Modena sono scesi del 18% a fronte di un calo nazionale medio del 7%. Anche questo mercato, pare, si adegua alla minore disponibilità economica dei clienti in un periodo di crisi.

"Sembra quasi che ad ogni annuncio di nuove restrizioni da un lato si affollino i supermercati e dall’altro aumenti il traffico dei siti di incontri a pagamento - ha aggiunto Mike Morra - Viviamo in una forte incertezza legata sia a una legittima preoccupazione di ammalarsi sia alla paura di una nuova chiusura. Allora ecco che si reagisce: si cerca di prepararsi facendo più attenzione anche alle piccole cose.

"Il modo degli amanti del sesso a pagamento di frequentare le escort, però, è profondamente cambiato in questi mesi - spiegano ancora dal portale - I clienti chiedono meno appuntamenti e puntano alla certezza di trovare realmente chi cercano per poter realizzare le loro fantasie, sia per una minor disponibilità economica, sia per una maggior attenzione all’igiene e alla pulizia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento