rotate-mobile
Attualità Maranello

Maranello, raccolta differenziata al +13%. Più squadre contro gli abbandoni

Su richiesta dell’amministrazione comunale, Hera ha aggiunto nuovi operatori a supporto delle operazioni di ritiro per carta e plastica e della pulizia delle isole di base complete di cassonetti

Con il nuovo sistema 'misto' di raccolta rifiuti, Maranello nei primi due mesi ha fatto registrare un balzo in avanti di 13 punti percentuali nella differenziata, passata sul territorio comunale dal 69% di giugno all’82%. Anche i dati maranellesi - aggiornati al 31 agosto - confermano il trend dei territori in cui Hera ha introdotto il nuovo sistema di raccolta differenziata. Il risultato è già molto vicino alla soglia dell’84% indicata dall’Unione Europea a tutti i Comuni come obiettivo da raggiungere entro la fine del 2024.

“Stiamo continuando a lavorare giorno per giorno sugli aspetti della nuova raccolta che ancora richiedono aggiustamenti in corsa - sottolinea Elisabetta Marsigliante, Assessore all’Ambiente -  ma questi primi dati confermano che molti cittadini, non tutti, hanno risposto a questa sfida con grande attenzione e senso civico. In sintesi, chi faceva già la differenziata, ora tendenzialmente la fa meglio di prima, mentre tra coloro che non differenziavano affatto, adesso c’è chi ha iniziato a farlo. Ed era esattamente l’obiettivo di questo cambiamento, al quale i maranellesi si stanno abituando sempre di più”.

In questi primi mesi di ‘rodaggio’ il confronto tra il gestore, il Gruppo Hera, e l’amministrazione comunale - in particolare l’Ufficio Ambiente del Comune - è stato costante, finalizzato ad intervenire sulle criticità emerse o segnalate dai cittadini, nonché a potenziare il personale addetto alla raccolta rifiuti nel tentativo di accorciare i tempi di ritiro del porta a porta.

Nelle scorse settimane il gestore ha infatti aggiunto, su richiesta dell’amministrazione comunale, una terza e una quarta ‘squadra’ di operatori, rispettivamente a supporto delle operazioni di ritiro per carta e plastica, e della pulizia delle isole di base complete di cassonetti, dove si è cercato di intervenire monitorando gli abbandoni e affiancando i cittadini durante i conferimenti per chiarire ogni loro dubbio sul nuovo sistema di raccolta.

Inoltre, tra le richieste dell’amministrazione accolte ‘in corsa’ dal gestore compaiono l’anticipo degli orari di raccolta al mattino, la soluzione individuata per gli sfalci nelle zone foresi e, in alcune zone più critiche, il mantenimento di isole di base non più previste dal piano originario. Tutte migliorie scaturite dal dialogo tra la cittadinanza e l’amministrazione, che a sua volta ha cercato assieme al gestore le possibili alternative attraverso nuovi accorgimenti.

“Di fronte ad ogni criticità o segnalazione - spiega il Sindaco di Maranello, Luigi Zironi - ci siamo confrontati con Hera per esplorare quali margini di azione ci fossero per migliorare il servizio, proprio con l’obiettivo di utilizzare al massimo ogni flessibilità concessa dal piano. A monte è stato fondamentale il lavoro quotidiano e capillare dell’Ufficio Ambiente, a disposizione di ogni singolo cittadino che necessitasse di spiegazioni o di interventi specifici da concordare con il gestore, compreso il supporto alle attività commerciali per ottenere i contenitori più adatti alle loro esigenze. C’è ancora tanto da fare, ma in questo percorso di cambiamento continueremo ad affiancare i cittadini nel miglior modo possibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maranello, raccolta differenziata al +13%. Più squadre contro gli abbandoni

ModenaToday è in caricamento