rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

Polizia, i dati dell'attività 2021. Raddoppiati gli arresti per spaccio

Più controlli, arresti stabili. Calano ancora i furti denunciati. Attivate in un anno 226 procedure di Codice Rosso

Sono stati 7.839 gli interventi effettuati dalle Volanti sul territorio del capoluogo, Carpi, Sassuolo e Mirandola e 121.142 le chiamate in Sala operativa al numero di emergenza processate. Questo il volume delle attività gestite dalla Polizia di Stato - sul fronte più strettamente operativo - che inquadrano in apertura il report sull'attività svolta nel 2021. I numeri sono stati presentati come di consueto in occasione della Festa per l'Anniversario del Corpo, che si è svolta questa mattina presso la Fondazione Biagi di Modena.

Nell’anno 2021 sono state controllate 83.685 persone a fronte delle 59.878 dell’anno precedente. L’aumento dei controlli su strada ha riguardato anche i veicoli che sono passati da 29.049 a 32.713. Attività che hanno riguardato anche l’emergenza sanitaria con la Polizia di Stato unitamente alle altre Forze di Polizia ed ai Sanitari in prima linea nel garantire il rispetto della normativa anti Covid 19. Nel 2021 sono state controllate 24.274 persone per il rispetto sull’uso dei dispositivi di protezione e l’assembramento prima e successivamente sul green pass. Sono state elevate 396 sanzioni, e chiusi 10 esercizi pubblici.

Polizia, celebrato in 170° anniversario. “Per rompere il cerchio della violenza occorre denunciare"

Per valutare meglio i dati che seguono, ricordiamo che si tratta di un quadro parziale del territorio, in quanto riguarda le sole attività della Polizia di Stato e non delle altre forze dell'ordine. In aggiunta, i numeri coinvolgono esclusivamente il capoluogo e le tre città sede di Commissariato.

Fueri e arresti

Il dato dei controlli conforta l’attività operativa soprattutto se rapportato all’andamento dei furti ed in particolare di quelli in abitazione che sono scesi da 2321 nell’anno 2020 a 2072 nell’anno successivo. Un trend in calo soprattutto grazie alla pandemia, in particolare rispetto all’anno 2019 quando i furti denunciati erano stati 3.725. In lieve aumento il dato delle persone tratte in arresto per “reati predatori” che da 76 dell’anno 2020 sono passate a 82 dell’anno 2021 e dei denunciati in stato di libertà che da 310 del 2020 passano a 325 del 2021. Confermato il dato complessivo degli arrestati che è di 225 nell’anno 2020 e 243 in quello 2021.

Spaccio di droga

Significativo l’aumento degli arrestati per quanto riguarda i reati in materia di sostanze stupefacenti, che passano da 43 dell’anno 2020 a 81 dell’anno 2021.  L’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti ha portato al sequestro di grammi 18 chili di cocaina, un etto di di eroina, 44 chili  di Hashish, 2 di marijuana e 320 grammi di droghe sintetiche.

Stranieri irregolari

Importante l’attività svolta per la compiuta trattazione delle posizioni degli stranieri non regolari sul territorio nazionale. Nell’anno 2021 sono stati trattenuti 16 stranieri extraUE presso i diversi Centri di Permanenza Temporanea ubicati in altre regioni. A conferma dello straordinario sforzo operativo profuso, su preciso impulso del Questore Burdese, da inizio anno sono stati accompagnati per la definitiva espulsione dal TN già 19 irregolari, il dato trimestrale ha superato quello annuale. Emessi nell’anno passato 78 ordini del Questore a lasciare il territorio nazionale, a seguito di espulsione prefettizia.

Violenza domestica e contro le donne

In tema di violenza di genere, in crescita i cosiddetti “reati spia”, in particolare, gli atti persecutori passano da 16 dell’anno 2020 a 29 dell’anno 2021. Restano stabili le denunce per maltrattamenti in famiglia, 29 nell’anno 2020 e 28 nell’anno 2021. L’attualità del fenomeno è resa invero dai dati operativi della Questura che, nel solo 2021, ha attivato 226 procedure di Codice Rosso. Si tratta della procedura avviata sin dal primo intervento di polizia, in genere in soccorso di una vittima maltrattata, nello specifico, 138 a cura delle volanti dell’U.P.G.S.P. a Modena, 20 a cura del Commissariato di P.S. di Sassuolo, 13 del Commissariato di P.S. di Carpi, 9 del Commissariato di Mirandola, 46 a cura della Squadra Mobile sul territorio provinciale. Nel 2021, al temine di puntuali istruttorie curate dalla Divisione Anticrimine, sono stati emessi 39 Ammonimenti del Questore, 18 per violenza domestica e 21 per stalking. 

Anche nel settore delle restanti misure di prevenzione che rappresentano da sempre uno strumento nelle mani dell’Autorità di Pubblica sicurezza volto a prevenire la commissione di reati si registrano 42 provvedimenti di DASPO, 201 avvisi orali a fronte dei 139 del 2021 e 42 fogli di via obbligatorio dal territorio comunale. I provvedimenti dei fogli di via, nel primo trimestre di quest’anno, superano quelli del precedente attestandosi già a 48, come conseguenza delle attività di contrasto poste in essere durante il rave party di Campogalliano del 6 febbraio u.s. I provvedimenti hanno raggiunto giovani provenienti da varie regioni, gravati anche dal divieto di ritorno per due anni.

Le specialità

Rilevante il contributo delle Specialità della Polizia di Stato. La Polizia Stradale per fronteggiare il tragico fenomeno dell’incidentalità ha impiegato 6757 pattuglie sulle nostre strade. Effettuati 643 interventi per incidenti stradali, in aumento rispetto ai 607 del 2020. Il dato delle sanzioni amministrative contestate nel 2021è di 19653 a fronte delle 17.264 del 2020, nell’ambito dei servizi di prevenzione dell’incidentalità e tutela della circolazione stradale in genere. 

La polizia Ferroviaria di Modena ha dispiegato 1523 pattuglie ed effettuato 417 scorte a bordo treno. Identificate 19591 persone soprattutto per la verifica del rispetto della normativa di prevenzione alla diffusione del Covid19, dato nettamente superiore a quello del 2020 di 4439, che risentiva anche dei lunghi periodi di lockdown.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha visto aumentare la propria attività investigativa, passando da 526 attività di indagine del 2020 a 660 del 2022.   

Affianco all’attività di prevenzione e repressione dei reati non va dimenticata quella di prossimità svolta dai poliziotti presso le scuole con il fine di diffondere il concetto di legalità in momento particolare come quello attuale con 63 interventi presso alcuni istituti scolastici della provincia e 11 progetti di legalità come la “Giornata internazionale dei minori scomparsi” “Questo non è amore” della Divisione Anticrimine della Questura, “Train to be cool” della Polizia Ferroviaria, “Una vita da social” della Polizia Postale, “Obiettivo zero” della Polizia Stradale con l’Associazione familiari e vittime della strada.

Ed infine l’attività quotidiana della Questura volta a garantire l’ordine pubblico e la pacifica convivenza che ha visto gli agenti della Digos impegnati in una intensa attività di intelligence e su strada affiancati dalla Polizia Scientifica e l’ufficio di Gabinetto nella puntuale pianificazione dei servizi. Sono state 490 le manifestazione di natura sportiva, politico sindacale o di pubblico spettacolo e minori che hanno richiesto l’impiego sul territorio  di personale territoriale interforze e personale inquadrato appositamente messo a disposizione dal Dipartimento della PS.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia, i dati dell'attività 2021. Raddoppiati gli arresti per spaccio

ModenaToday è in caricamento