menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costante calo dei ricoverati a Modena, ancora isolate a casa 6.451 persone

I numeri dalla sanità modenese aggiornati al 29 gennaio. Il calo costante permette ai reparti di rifiatare, ma la zona gialla non deve far abbassare la guardia

Si conferma, anche nell’ultima settimana, l’inversione di tendenza già registrata nella settimana precedente, con un calo del numero di nuovi casi e della percentuale di positività, seppure con una curva più lenta rispetto alla prima ondata. Continua il trend in calo del numero dei degenti giornalieri, soprattutto nei reparti per acuti ma anche in quelli di terapia intensiva, anche se negli ultimi due giorni si è verificato un leggero aumento degli ospedalizzati. La pressione sulle strutture sanitarie della provincia rimane dunque pressoché costante. 

In Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, Hub Covid, coerentemente con le esigenze di ricovero di pazienti covid positivi, sono attivi oltre 270 posti. Aree dedicate al covid sono presenti anche negli ospedali dell’Azienda USL a Vignola, Pavullo, Carpi e Mirandola e all’Ospedale di Sassuolo, per un totale di 165 posti, leggermente ridotti in relazione alla diminuzione dei pazienti – rispetto ai 189 della scorsa settimana – per fare spazio all’attività no-covid. Attivata inoltre la collaborazione con l’ospedalità privata per poter fornire ulteriori prestazioni chirurgiche e anche posti letto aggiuntivi covid e non covid.   

I ricoveri ospedalieri

Al 29 gennaio erano 317 (erano 361 il 25 gennaio, -12,2%) i pazienti assistiti in regime di ricovero negli ospedali della provincia. In AOU da report regionale risultavano ricoverati 203 pazienti covid positivi, 79 negli ospedali provinciali (Carpi, Mirandola, Vignola, Pavullo) e 35 all’Ospedale di Sassuolo Spa.  

Secondo il dato riportato oggi nel bollettino regionale, sono occupati 44 posti di Terapia Intensiva disponibili negli ospedali dell’Azienda Ospedaliero–Universitaria di Modena.

Persone in isolamento domiciliare

Al 31 gennaio (ultimo dato disponibile) erano in isolamento 6451 (erano 7123 il 25 gennaio, -9,4%) persone. In particolare 3903 (erano 4610) persone covid positive. Dei positivi in isolamento domiciliare 46  – numero in aumento rispetto alle scorse settimane - sono accolti presso l’hotel Tiby e 50 pazienti sono ricoverati negli Ospedali di Comunità Covid a Novi, Fanano, Soliera. Si aggiungono poi i 2548 (erano 2513) contatti stretti di casi accertati in isolamento.   

Coronavirus, percentuale di positivi in rialzo. Poco più di mille i nuovi casi in regione

Risultati dei test sierologici (ultimi dati disponibili aggiornati al 27 gennaio)

Al 27 gennaio sono stati eseguiti in totale 198.267 test sierologici di cui 10.798 con esito positivo. L’analisi dei risultati dei test sierologici (sia quelli di screening eseguiti dai dipendenti delle Aziende Sanitarie, delle strutture residenziali per anziani, delle forze dell’ordine e del volontariato sociosanitario, che quelli eseguiti volontariamente dal personale scolastico o privatamente dai cittadini), pur con i noti limiti di sensibilità e valori predittivi positivi non ottimali, permette di avere una stima approssimativa della circolazione del virus nel nostro territorio.

Al 27 gennaio sono state testate, almeno una volta, 128.605 persone; di queste, il 6,2% è risultato positivo. La percentuale di prima positività mensile ha mostrato valori alti nel periodo marzo-aprile 2020 (6,5%), successivamente si è ridotta fino ad un minimo registrato nel mese di settembre (1,7%) per poi iniziare a risalire fino ad un massimo dell’8% registrato nel mese di gennaio. Questo valore è in linea con le stime sinora disponibili a livello nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento