Attualità

Camper per i vaccini a scuola, adesioni molto basse fra gli studenti

Dati poco confortanti per il primo tour nelle superiori. Intanto l'Ausl punta al coinvolgimento delle comunità straniere, dove la percentuale di vaccinati è inferiore

I dati della campagna vaccinale anti-Covid portata avanti in queste settimane di fronte alle scuole superiori di Modena e provincia, tramite il camper dell'Ausl, sono bassi. "C'è stata una quarantina di adesioni, ci aspettavamo di più. Tra qualche settimana torneremo comunque per le seconde dosi, in quell'occasione contiamo di aumentare i numeri. I dati sono da migliorare", osserva oggi il direttore generale dell'Ausl, Antonio Brambilla. Ad esempio, tuttora, nella fascia 12-14 anni manca un 40% di ragazzi da vaccinare, così come manca un 30% nella fascia 14-19 anni. Al momento mancano ancora i dati raccolti nelel tappe di oggi a Modena e Mirandola, oltre a quella di domani a Pavullo.

"Significa che in questi ambiti- avvisa Brambilla- sicuramente circolerà il virus e che sicuramente dovremo chiudere delle classi. E questo sarà un problema, non solo per noi ma per il personale, le famiglie e i ragazzi. Anche nei centri abbiamo trovato dei casi positivi, per questo spingiamo le famiglie a insistere sull'opportunità di vaccinare i ragazzi andando oltre la copertura, al momento del 62-63%, dei loro figli". Intanto, confida Brambilla insistendo sul fronte comunicazione, "ricordo che il personale scolastico ha accesso libero in qualsiasi punto vaccinale, quindi possiamo tutti insieme procedere" nella vaccinazione.

Presentando i dati nella videoconferenza settimanale con la stampa locale, Brambilla ha presentato un focus un sun altro segmento della popolazione, quella degli stranieri, che presenta percentuali inferiori alla media complessiva. Fra gli immigrati, infatti, solo il 60,5% è entrato nel circuito vaccinale. Un dato pere certi versi prevedibile e comunque in miglioramento: dal 6 luglio al 6 settembre si è passati dal 40,4% di stranieri vaccinati (35.505 persone) al 60,1% (53.286) con un incremento percentuale di +50%. Ulteriori informazioni sui percorsi avviati sui singoli distretti saranno fornite nei prossimi giorni.

L'Ausl sta avviando su tutti i distretti, in forte collaborazione con le Amministrazioni comunali, percorsi per raggiungere le varie comunità, avvalendosi anche della mediazione culturale. L’obiettivo è informare correttamente sulla campagna vaccinale in corso e attivare percorsi concreti di vaccinazione, tanto che in poche settimane è stato possibile incrementare notevolmente l’adesione delle varie comunità, come mostrato dagli esempi citati in conferenza stampa dal Direttore generale, vale a dire il buon esito della seduta vaccinale di domenica 5 settembre alla Casa della Salute “G.P. Vecchi” di Modena, dedicata agli stranieri alla presenza dei mediatori culturali di diverse lingue, e la vaccinazione della comunità Sikh di Castelfranco Emilia. 

Coronavirus, oggi 449 nuovi casi in regione. Stabili i ricoveri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camper per i vaccini a scuola, adesioni molto basse fra gli studenti

ModenaToday è in caricamento