Ex Falegnameria Baroni, il bivacco in attesa della riqualificazione

L'edificio abbandonato, oggetto di un paino di recupero approvato un anno e mezzo fa, è meta costante di sbandati e sospetti spacciatori, come testimoniano quanto di trova all'interno del cortile e dei capannoni

Stretto fra il cavalcavia Mazzoni e l'RNord, il complesso che ospitava fino a qualche anno fa la Falegnameria Baroni è oggi piombato nel degrado, fornendo come spesso accade un rifugio a chi vive ai margini della società. I residenti dell'area hanno notato da tempo un viavai incessante verso l'area abbandonata, la cui recinzione divelta permette l'accesso sia dalla base del cavalcavia che da via Montalcini.

All'interno, sotto le tettoie e i capannoni ancora ingombri dei resti delle lavorazioni, sono del tutto evidenti i segni di bivacco. Materassi, giacigli di fortuna, tavolini apparecchiati, oltre ovviamente ad un gran numero di rifiuti e ad alcune biciclette, ormai non più utilizzabili. I segni testimoniano presenze molto recenti e non è da escludere che anche la palazzina residenziale, dove alcune finestre sono state forzate, possa essere occupata.

Si tratta di un edificio a dir poco strategico, situato proprio a metà strada fra l'area della stazione e quella di viale Gramsci, un "porto sicuro" per la criminalità dedita allo spaccio di droga che ha eletto quella zona a proprio mercato cittadino di riferimento.

La speranza è quindi che si dia corso in tempi brevi al progetto di riqualificazione di quello stabile, che è stato approvato nell'aprile dello scorso anno dal Consiglio Comunale, ma che ancora non ha trovato attuazione da parte dei privati che intendono dare nuova vita a quell'area. 

Al posto della ex falegnameria, infatti, dovrebbero sorgere due esercizi commerciali: da un lato un punto vendita della catena Tigotà (quasi 800 mq) e dall'altro un ristorante a marchio Ducati Food Factory (circa 500 mq). Un intervento già pronto, del quale però - complice sicuramente la crisi legata al Covid - al momento si sono perse le tracce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento