"Bye bye Zaky": anche la Lega si discosta dalle affermazioni del modenese Rossi

Piovono critiche sull'affermazione di un componente della Segreteria della Lega di Modena riguardo il prolungamento della detenzione di Patrick Zaky in Egitto. Duri Pd e M5S, ma anche il suo stesso partito se ne discosta

Il Tribunale del Cairo, in data 13 luglio, ha stabilito il prolungamento, di ulterirori 45 giorni, del periodo di detenzione di Patrick Zaky, lo studente dell'Università di Bologna arrestato il 7 febbraio scorso all'aeroporto della capitale egiziana con l'accusa di propaganda sovversiva. 

Su questa decisione, definita "inumana e arbitraria" da Amnesty International Italia, si sono espressi in molti; ma c'è stata un'affermazione che ha pesato più di altre: quella del modenese Luca Rossi, componente della Segreteria cittadina della Lega. Rossi infatti, quattro giorni fa, scriveva sul suo profilo facebook "Esistono paesi seri come l' #Egitto, che non si lasciano condizionare da #Ong. Bye bye Zaky", condividendo la notizia del rinnovo di carcerazione riportata da un'agenzia stampa.

Andrea Bortolamasi, assessore alla Cultura di Modena, si esprime qualificando l'espressione di Rossi come "Una frase che si commenta da sola, una pugnalata, l’ennesima, verso la famiglia, gli amici, il mondo accademico che si è mobilitato e chiede a gran voce la liberazione di un ragazzo incarcerato per la sola colpa di esser un ricercatore, di fare ricerca nel campo dei diritti umani e le poltiche di genere"; mentre Matteo Manni, segretario provinciale dei Giovani democratici, commenta con durezza "Quando il seguace vuole scimmiottare il capo e scrive facezie di vergognosa leggerezza".

Dal partito cui Rossi appartiene però, si leva la voce di Davide Romani, Coordinatore Provinciale della Lega, che si discosta fermamente dalle sue affermazioni: "Come Lega prendiamo le distanze dalle parole di Luca Rossi apparse nei giorni scorsi sul suo profilo Facebook privato. La vita umana è sacra e non si scherza sulla salute delle persone. Il post di Rossi è del tutto personale non rispecchia la linea o il pensiero della Lega. Rossi inoltre non rappresenta, in alcun modo, la segreteria provinciale di Modena”.

Prendere le distanze, proprio quello che era stato chiesto dalla senatrice bolognese Michela Montevecchi, del Movimento 5 Stelle: "Le dichiarazioni del segretario modenese leghista sono inqualificabili e non meriterebbero attenzione in un Paese dove il rispetto dei diritti umani fosse un valore saldo. [...] Come membro della Commissione Diritti Umani, [...] mi auguro che il suo partito di appartenenza, la Lega, prenda le distanze pubblicamente".

Anche lo stesso Rossi, scrive su Facebook "ho espresso un parere esclusivamente personale che non coincide necessariamente con la linea del Partito #legasalvinipremier"; poi ribadisce: "Detto ciò confermo la mia opinione sulla questione. La campagna politico/mediatica per la scarcerazione dello studente universitario detenuto in #Egitto, rappresenta un'ingerenza negli affari interni di uno Stato #sovrano e che ha come obiettivo primario il deterioramento dei rapporti diplomatici e commerciali con #IlCairo."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In mattinata, commenti anche da Potere al Popolo e dalle Sardine, che definiscono l'accaduto "inaccettabile" e "inammissibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, si cerca una 16enne di Sassuolo

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Vintage e Second Hand | 4 negozi di pezzi d'abbigliamento unici e pregiati a Modena

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento