rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

Passaggi a livello sulla Modena-Mantova, prosegue l'odissea dei viaggiatori

Ancora disagi sulla linea ferroviaria, tra Modena e Carpi. Lo sfogo di un viaggiatore

Trenitalia TPER si è evoluta: non in meglio ed a favore dei pendolari, bensì escogitando il metodo di lasciarti in stazione dei treni senza tante misure di assistenza in mancanza del treno. Una volta c'erano i bus sostitutivi del treno cancellato, mentre adesso " TI ARRANGI ",  nel vero senso del termine!

"Stamattina il treno regionale n. 22456 delle 06:30 da Modena per Mantova stava per partire, ma poi un annuncio improvviso ha comunicato il problema tecnico tra le stazioni di Soliera e di Carpi e siamo dovuti scendere. Abbiamo aspettato al freddo in stazione fino alle 08:40 circa, prima di poter ripartire col treno delle 08:16 in ritardo di 25 minuti, perchè nel frattempo almeno altri tre treni venivano cancellati! L'unico che hanno lasciato passare, ovviamente, il famigerato Frecciargento 9301, anch'esso comunque in ritardo di 40 minuti".

E' la considerazione di un pendolare della linea Modena-Mantova, tratta sta offrendo purtroppo numerosi disservizi, soprattutto per le questioni legate ai malfunzionamento dei passaggi a livello.

"Forse che Trenitalia TPER si è resa conto che facendo partire il treno si sarebbe arenato inevitabilmente nel "triangolo delle Quattro Ville"? Non hanno voluto rischiare  e se ne sono lavati le  mani lasciandoci a piedi, in stazione, al freddo, senza nemmeno metterci a disposizione gli autobus sostitutivi. Un'ultima considerazione:  nella stazione dei treni di Carpi ci sono attualmente dei lavori in corso per aprire un sottopassaggio dal lato dove in teoria dovrebbe sorgere un polo universitario. Dove stanno gli interessi di aggiustare definitivamente i passaggi a livello tra Soliera e Carpi  quando sorgerà un maestoso polo universitario a Carpi?"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passaggi a livello sulla Modena-Mantova, prosegue l'odissea dei viaggiatori

ModenaToday è in caricamento