Disagi per la pista ciclabile di strada Gherbella. L'amministrazione: "I lavori termineranno entro l’estate"

Dopo l’interrogazione urgente della consigliera Bergonzoni sul blocco dei lavori sulla ciclabile Gherbella, il Comune ha fatto sapere che tutto procede secondo il cronoprogramma

Perché sono bloccati i lavori per la manutenzione della ciclabile su via Gherbella?”: lo chiede con una interrogazione urgente la consigliera comunale Pd Mara Bergonzoni, dopo aver ricevuto parecchie segnalazioni di disagi da parte dei cittadini e dei residenti della zona.

A giugno, dopo la fine del lockdown, sono tornati a partire i lavori di manutenzione delle piste ciclabili cittadine.- spiega la Bergonzoni- Si tratta di lavori importanti e fondamentali per la nostra comunità. Il cantiere su via Gherbella, però, sta creando disagi alla circolazione, soprattutto la mattina e la sera, nelle ore di maggior traffico, visto che la strada è molto utilizzata come collegamento alla Vignolese e all’ingresso autostradale di Modena sud. Tra l’altro, ora i lavori sono bloccati. Ho raccolto molte lamentele da parte dei residenti della zona e dei cittadini rimasti in coda e per questo ho deciso di presentare una interrogazione urgente per chiedere all’Amministrazione quali sia la ragione di questo blocco del cantiere e per capire, a questo punto, vista la situazione di disagio che si sta creando, quando sia prevista la conclusione dei lavori”.

Dopo questa interrogazione non si è fatta attendere la risposta dell’Amministrazione comunale che ha fatto sapere che i lavori per la realizzazione di un nuovo ponte ciclopedonale sul torrente Grizzaga, in sostituzione di quello attuale,proseguiranno regolarmente e che si concluderanno come da programma entro l’estate.

Per consentire i lavori senza dover chiudere la pista ciclopedonale è stata attivata una deviazione della stessa all’altezza del torrente indicativamente al civico 152 di strada Gherbella sulla carreggiata stradale in sede protetta con l’impiego di new jersey.

Su strada Gherbella è stato operato un restringimento e installato un impianto semaforico che regola la circolazione a senso unico alternato. Anche l’accesso su strada Gherbella dalle vie di servizio alle abitazioni presenti nel tratto viene regolato con semaforo, in questo caso a chiamata.

“I lavori-spiega l’Amministrazione- stanno procedendo nel pieno rispetto delle tempistiche indicate sul cronoprogramma fornito dall'Impresa esecutrice dei lavori e hanno visto il completamento delle attività di demolizione del ponte esistente e l’avvio delle opere di perforazione per i micropali di fondazione propedeutici alla posa e installazione del nuovo ponte, una struttura in legno e acciaio (di circa 10 x 2 metri) che sarà posta a una quota tale da non rappresentare ostacolo per il deflusso delle acque. L’attraversamento ciclopedonale sul torrente Grizzaga, situato nelle immediate vicinanze del ponte di strada Gherbella, rientra in un nodo idraulico di fondamentale importanza per la città di Modena e la stessa Regione Emilia Romagna ha disposto un’ordinanza che individua la necessità di realizzare interventi di messa in sicurezza idraulica del reticolo idrografico Minore, veicolo per la formazione delle onde di piena di Secchia e Panaro. Il tratto del torrente interessato-conclude -risulta caratterizzato da una insufficiente sezione di deflusso delle acque di piena, anche a causa della presenza di numerosi manufatti di attraversamento che non risultano adeguati in termini di compatibilità idraulica, tra cui appunto il ponte ciclopedonale di via Gherbella.”

L’opera ha un costo pari a 250 mila euro ed è realizzata a cura della Provincia di Modena, che ha costruito la pista ciclabile Modena-Vignola e ne ha mantenuto la proprietà fino al 2017, anno del trasferimento al Comune di Modena del tratto di competenza. I due enti, infatti, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la gestione e manutenzione della pista ciclabile volto ad assicurare continuità agli interventi già programmati dalla Provincia, per i quali l’ente sovracomunale aveva accantonato risorse proprie e finanziamenti dell’Agenzia per la Protezione Civile. Ad effettuare i lavori è l’azienda aggiudicataria Zini Elio srl di Bologna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento