Don Fabio Barbieri nominato parroco di Santa Maria Maggiore in Mirandola

Il sacerdote 59enne lascia la parrocchia della Madonna della Neve di Quartirolo di Carpi. Don Emiddio Voli nominato vicario parrocchiale. Ingresso l'1 marzo

E’ don Fabio Barbieri il nuovo parroco di Santa Maria Maggiore in Mirandola. L’annuncio è stato portato, nel pomeriggio di oggi, dal vicario generale monsignor Ermenegildo Manicardi, a nome dell’Amministratore Apostolico monsignor Erio Castellucci, al Consiglio pastorale parrocchiale della comunità della Madonna della Neve a Quartirolo. Don Barbieri, nato a Concordia 59 anni fa, ordinato sacerdote nel 1985, attualmente oltre al ministero di Parroco è anche Canonico della Cattedrale, direttore dell’Ufficio Missionario diocesano e moderatore della 2° zona pastorale.

Prima di approdare alla guida della parrocchia di Quartirolo don Barbieri è stato parroco a Quarantoli (frazione di Mirandola) e vicario parrocchiale a Mirandola e in San Giuseppe Artigiano a Carpi. Dunque una lunga esperienza come pastore, molto attento alla formazione dei giovani e delle famiglie, e una sensibilità missionaria che lo hanno portato a realizzare diverse esperienze in Africa e in Albania insieme ai volontari del Centro Missionario.

Nell’incontro con il Consiglio pastorale monsignor Manicardi ha evidenziato l’urgenza, per la chiesa di Carpi, di assumere attraverso le zone pastorali, una nuova modalità di evangelizzazione e di organizzazione della vita pastorale delle parrocchie, puntando sulla collaborazione tra i sacerdoti. L’esperienza maturata da don Barbieri a Carpi, nella 2° zona pastorale, sarà di fondamentale importanza in una realtà complessa e articolata come le parrocchie della città e frazioni di Mirandola, realtà che don Fabio peraltro ben conosce.

Sempre nel corso del medesimo incontro a Quartirolo è stato comunicato che anche il vicario parrocchiale don Emiddio Voli, seguirà don Barbieri a Mirandola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento