rotate-mobile
Attualità Maranello

Maranello, il Gruppo Alpini dona un defibrillatore alla città

Lo strumento salvavita servirà soprattutto per le attività che ruoteranno intorno al nuovo Parco dello Sport

Un defibrillatore al servizio del nuovo Parco dello Sport di Maranello. Il dispositivo è stato donato dal Gruppo Alpini cittadino all’associazione Maranello Sport, ente gestore degli impianti già attivi nell’area e, in futuro, di quelli che sono ora in fase di realizzazione.

Presenti al momento della consegna il sindaco Luigi Zironi, la vicesindaco ed assessora allo Sport Mariaelena Mililli, il presidente dell’associazione sportiva Antonio Bedini e alcuni rappresentanti degli alpini maranellesi. Si amplia così la dotazione dei defibrillatori sul territorio comunale, che sale a 28 unità.

“E’ un gesto di generosità che testimonia l’attenzione degli alpini di Maranello al benessere di tutta la cittadinanza - afferma il sindaco Zironi -. Da alcuni anni con il progetto ‘Maranello Cardioprotetta’ stiamo coinvolgendo privati e associazioni, anche nella formazione all’utilizzo di questi dispositivi che possono rivelarsi di fondamentale importanza in situazioni di improvvisa emergenza”.

“Voglio esprimere un sentito ringraziamento agli alpini - aggiunge Bedini -. Questo defibrillatore sarà a salvaguardia degli sportivi che utilizzeranno i nuovi impianti: un elemento di sicurezza per chi pratica attività fisica e allo stesso tempo una conferma sulla sensibilità del volontariato locale, dalla quale si misura anche la coesione sociale di una comunità”.

Il Comune di Maranello già a partire dal 2015 ha avviato il progetto ‘Maranello Cardioprotetta’, che oltre a dotare diversi punti del territorio di defibrillatori automatici esterni ha visto la formazione di circa trecento persone tra operatori delle società sportive, personale delle scuole, dipendenti pubblici e della Polizia Locale: un dispositivo è collocato su un’auto di pattuglia per permettere agli agenti di intervenire in situazioni di emergenza.

Nel corso degli anni, sul territorio comunale i defibrillatori sono stati installati nelle scuole (primarie Stradi e Rodari, secondaria Galilei, IIS Ferrari), negli impianti sportivi (Campo sportivo Don Gelindo Mescoli, Palestra Messineo, Stadio comunale Dino Ferrari, Campo sportivo Moscattini, Polisportiva Polivalente Maranello, Campo sportivo Lauro Minghelli di Torre Maina, Polisportiva Pozza, Palestra Scuola primaria Rodari, Palestra Scuola primaria Stradi, Campo sportivo Matteo Degli Antoni), nella Piazzetta Nelson Mandela (all’esterno della Biblioteca Mabic), al Bocciodromo, nella Farmacia Comunale, al Museo Ferrari, al Circolo Arci, presso l’Associazione Amici del Cavallo di Gorzano, al Made in Red Cafè, all’Oratorio Parrocchiale, al Terminal Bus, a San Venanzio in via Abetone Superiore, al Centro Giovani e al Parco delle Città di Pozza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maranello, il Gruppo Alpini dona un defibrillatore alla città

ModenaToday è in caricamento