Attualità

Balsamico, Enzo Bulgarelli vince il 52° Palio di San Giovanni

E' di Cavezzo il miglior produttore di Aceto Balsamico Tradizionale. Premiati anche altri 11 campioni, selezionati dagli esperti tra 1.451 partecipanti

Enzo Bulgarelli di Cavezzo, con il suo Aceto Balsamico Tradizionale, si è aggiudicato il 52° Palio di San Giovanni con ben 323,333 punti. La cerimonia di premiazione si sta svolgendo ora a Spilamberto, sullo sfondo della Rocca Rangoni. Sono stati premiati anche gli altri 11 finalisti: al secondo posto si è classificato Marco Morandi di Formigine con 322,125 punti, al terzo Roberto Calanchi di Spilamberto con 315,958; seguono Giorgio Cavicchioni di Modena con 315,792 e Raffaele Maselli di Castelfranco con 315,667.

Il primo classificato ha ricevuto prestigiosi premi: il diploma ufficiale della Consorteria, un cucchiaino d’oro per l’assaggio e il "torrione di Spilamberto", che viene consegnato anche a tutti i semifinalisti: si tratta di un bassorilievo in bronzo che raffigura il torrione di Spilamberto. Dopo una settimana dalla premiazione, poi, arriva il riconoscimento più importante: il Gran Maestro Maurizio Fini si recherà a casa del vincitore per marchiare a fuoco le botti dell’acetaia con il logo della Consorteria. 

Ecco la graduatoria ufficiale degli altri sette Aceti Balsamici Tradizionali finalisti:
6° Gabriele Bazzi di Soliera con 315,417 punti
7° Giancarlo Martinelli di Modena con 314,917 punti
8° Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Spilamberto con 314,875 punti
9° Davide Covili di Modena con 314,708 punti
10° Alessio Foroni di Modena con 314,042 punti
11° Cristina Frabetti di Ravarino con 313,958 punti 
12° Roberto e Stefania Antichi di Modena con 313,208 punti.
Durante la premiazione è stato assegnato il "Premio speciale Rolando Simonini" a Giorgio Ferrari di Casinalbo, per la sua attività svolta a favore della Consorteria da ben quarant'anni.     

Palio, i consigli dell'esperto per un ottimo balsamico - IL VIDEO

Anche quest'anno numeri da record per il Palio: 1.451 i partecipanti, per un totale di oltre 15 mila assaggi complessivi. Da inizio maggio 182 Maestri Assaggiatori, con l’aiuto degli Assaggiatori e degli Allievi, si sono messi al lavoro per valutare tutti i campioni di Aceto Balsamico Tradizionale di produzione familiare consegnati alla Consorteria. 

Il Palio di San Giovanni è un'occasione per la Consorteria di esaminare e tenere monitorata la produzione di Aceto Balsamico Tradizionale del territorio sia dal punto di vista organolettico, che per quanto riguarda le caratteristiche chimico-fisiche: in questo modo si possono trasmettere ai produttori indicazioni idonee affinchè sia rispettata la tradizione secolare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balsamico, Enzo Bulgarelli vince il 52° Palio di San Giovanni

ModenaToday è in caricamento