Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

Esame di Stato, inizia l'avventura di 3.997 maturandi modenesi

Di Palma, dell'Ufficio scolastico regionale li sprona: "Avete dato il meglio, non mollate adesso"

Inizianooggi , mercoledì 16 giugno, gli esami di maturità anche per i 35.381 studenti dell'Emilia-Romagna. Per le norme anti-covid, anche quest'anno le prove consisteranno solo in un colloquio alla presenza della commissione formata solo da membri interni, ad eccezione del presidente che sarà l'unico esterno. La prova orale sarà in quattro fasi: all'inizio lo studente discuterà la sua 'tesina', che è stata consegnata entro il 31 maggio scorso. L'esame poi continuerà con la discussione di un breve testo di letteratura italiana e con l'analisi del materiale scelto dalla commissione su diverse discipline. Infine, l'esame sarà completato con l'esposizione delle attività dell'ex alternanza scuola-lavoro (Pcto). Per la prima volta quest'anno verrà valutato anche il 'curriculum dello studente', che certifica le competenze acquisite anche in contesti formali e informali fuori da scuola. Le misure di sicurezza saranno le stesse dell'anno scorso. In Emilia-Romagna sono in tutto 841 le commissione d'esame.

Gli studenti alla maturità saranno 7.428 a Bologna, 6.335 a Modena, 3.997 a Reggio Emilia, 3.594 a Parma, 3.501 a Forlì, 2.798 a Rimini, 2.796 a Ravenna, 2.770 a Ferrara e 2.162 a Piacenza.

"L'anno scolastico che si sta concludendo ha rappresentato per tutti noi un periodo complesso, direi quasi eccezionale- sottolinea il vicedirettore dell'Usr, Bruno di Palma, nel suo messaggio ai maturandi- abbiamo condiviso le vostre preoccupazioni, la necessità di socializzazione e di presenza in sicurezza, l'esigenza di una scuola ancora più attenta, al fine di andare oltre la trasmissione di contenuti o la redazione di una valutazione finale, gli stop and go di un lungo inverno, fra percentuali oscillanti che non ci hanno permesso di darvi il 100% di presenza scolastica. E questo, nel vostro caso, per ben due anni scolastici".

Le parole e "i vostri 'Non se ne può più' ci sono sempre arrivati in maniera forte e chiara- continua Di Palma- la scuola ha fatto del suo meglio, voi avete fatto del vostro meglio. Ce l'abbiamo messa tutta e faremo la volata finale insieme per realizzare esami in sicurezza. Non dobbiamo e non vogliamo mollare adesso. Ora è il momento del rush finale e del tenere botta". Quindi, esorta il vicedirettore dell'Usr, "date il meglio di voi all'esame. Siate voi stessi, fieri e orgogliosi delle persone che siete e di ciò che diventerete, e delle vostre competenze. Siete unici e irripetibili, accingetevi a fare il meglio possibile".

Di Palma invita anche i maturandi a "guardare avanti, oltre la crisi pandemica, e saprete venire fuori nella vostra pienezza esistenziale, oltre che negli apprendimenti. Affrontate l'esame nella vicinanza con i vostri compagni e amici, oltre che con il sostegno delle vostre famiglie, degli insegnanti e di tutte le persone care, superando il distanziamento fisico ma soprattutto mentale. L'unico antidoto alla solitudine è la socialità: riprendetevela, con comportamenti corretti e rispettosi delle regole sanitarie e godetevi un momento irripetibile del vostro percorso di vita". E ancora, continua Di Palma, "guardate al futuro con ottimismo, con fiducia e con consapevolezza. Concentratevi sul cammino e non solo sulla destinazione e assaporate ogni attimo". Infine, afferma il dirigente dell'Usr, "il nostro Paese ha bisogno di voi, noi abbiamo bisogno di voi, delle vostre voci autentiche e del vostro punto di vista reale e concreto, direi quasi tangibile. Ricordate sempre una cosa: il lavoro, alla lunga, paga sempre".

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esame di Stato, inizia l'avventura di 3.997 maturandi modenesi

ModenaToday è in caricamento